ABF BARI – RICORSO ACCOLTO CONTRO COMPASS – € 4.339,24 oltre rimborso spese di € 320,00

bari

In allegato alla presente la decisione del collegio di Bari, nel quale è stato accolto un ricorso a favore di un consumatore inerente un prestito personale in cui è stato rilevato il TAEG errato e la violazione dei principi della Trasparenza bancaria.
Di particolare rilevanza in questo caso è l’assoluta precisione dei calcoli depositati, vero fulcro della decisione finale.
Infatti l’arbitrato ha riconosciuto l’errore del TAEG calcolato nella perizia SDL, seppur di pochi decimali superiore a quello indicato dalla Banca, la quale sosteneva in difesa la correttezza dei suoi calcoli.
Tuttavia i calcoli della perizia SDL sono risultati più precisi di quelli della Banca.

Questo ha comportato la nullità della clausola contrattuale del TAEG e la conseguente applicazione del tasso sostitutivo pari al tasso minimo dei Bot, per un vantaggio complessivo di €4.339,24 oltre un rimborso spese di € 320,00.

Scarica il documento [PDF]