infografiche2

La costituzione di INPGD risponde esplicitamente all’esigenza di creare un polo coeso di partecipanti impegnati nella diffusione dell’educazione finanziaria e della cultura economica, consentendo a ciascun attore di affrontare in maniera sinergica il tema condividendo idee, disegnando strategie comuni (socio ordinario) e realizzare progetti e strumenti didattici atti a formare delle professionalità in grado di supportare il privato cittadino nella difesa dei propri diritti in materia bancaria e finanziaria (associato).

L’associato, dopo un adeguato percorso formativo, potrà essere riconosciuto come Professionista nella Gestione del Debito. Il Gestore del Debito è colui che:

  • Accompagna il consumatore (privato o azienda), attraverso l’educazione finanziaria, a scegliere in modo adeguato e consapevole le varie forme di indebitamento e la relativa adeguatezza prevenendo così situazioni critiche (responsable borrowing).
  • Aiuta il consumatore (privato o azienda) a gestire le posizioni debitorie generate utilizzando anche il rimedio del discharge o esdebitazione, la cancellazione dei propri debiti attraverso la procedura della redazione del piano da presentare presso i tribunali con il supporto di professionisti.

L’educazione finanziaria viene utilizzata in via preventiva per educare il consumatore (privato o azienda), serve per accrescere il livello di consapevolezza dell’individuo che è in grado di riconoscere la differenza tra desiderio e necessità, tra beni essenziali o beni il cui acquisto può essere rimandato nel tempo.

L’educazione finanziaria viene utilizzata in fase successiva come assistenza al consumatore (privato o azienda) attraverso una consulenza professionale volta a superare la “asimmetria cognitiva” che genera “asimmetria informativa”; la consulenza alle famiglie o debt counselling consiste nell’attività diretta a fornire consigli in materia finanziaria, unitamente ad un supporto legale e psicologico (councelor).