Il mercato del nuovo millennio, ormai giunto ad un livello di forte saturazione, determina per tante aziende una ridotta crescita del volume d’affari.

La necessità di un cambiamento radicale si traduce nell’obbligo per le stesse aziende di generare attività e prodotti più durevoli nel tempo e con un impatto più intenso nelle esigenze di vita dei consumatori.

La nuova sfida, pertanto, consiste nel generare condizioni sistemiche idonee a sintetizzare tre necessità:

  1. la realizzazione di profitti per le aziende
  2. il soddisfacimento delle necessità e delle esigenze dei clienti
  3. il raggiungimento di finalità etiche da parte dell’intera società.

Il tutto, rivolto al fine di ottenere un ineguagliabile vantaggio competitivo.

Gli strumenti messi in campo dal progetto AFC riguardano sostanzialmente due aspetti della vita aziendale:

– la tutela

– il rilancio.

L’approccio operativo volto alla tutela aziendale è basato sulla Due Diligence Giudiziaria, un servizio altamente specialistico che, attraverso l’analisi aziendale, permette di individuare il percorso di salvaguardia da intraprendere.

Il secondo e conseguente approccio mira al rilancio aziendale e si basa su un progetto di sviluppo commerciale favorito dalla messa a punto di un ulteriore servizio nel quale si fondono tre elementi: tecnico, formativo e commerciale.

L’obiettivo del progetto AFC è mettere a disposizione delle aziende modelli di governance sempre più aggiornati e adatti al sistema di impresa attuale, quello cioè di un’azienda aperta, in grado di assorbire informazioni e competenze dal mondo esterno e di farle quindi circolare all’interno del microcosmo aziendale, utilizzando le nuove tecnologie al fine di adottare decisioni sempre migliori.