All posts by Redazione SDL

ammissione-ctu-tribunale-vasto

Ammissione CTU – Tribunale di Vasto

By | Leggi e Sentenze, Ordinanze in materia bancaria | No Comments

Siamo enormemente lieti di allegare l’ordinanza ottenuta presso il Tribunale di Vasto dall’Avv. Domenico D’Amico, di cui Vi invitiamo a leggere il breve commento :

“… in allegato ordinanza di ammissione CTU dinanzi all’ostico Tribunale di Vasto, su mutuo.

Da notare come siano stati accolti praticamente per intero i quesiti suggeriti dal sottoscritto legale ed in particolare al punto c) la verifica se il tasso di mora si applichi o meno sull’intero importo delle rate scadute comprensiva degli interessi in esso conglobati.

Interessante in secondo luogo, che sia stato richiesto al CTU di calcolare il T.E.G. con l’inclusione degli interessi di mora.”
Scarica il documento [PDF]

Scarica il documento [PDF]

ordinanza-favorevole-pescara

Ordinanza favorevole – Tribunale di Pescara

By | Leggi e Sentenze, Ordinanze in materia bancaria | No Comments

Siamo enormemente lieti di allegare [PDF] l’importante ordinanza  ottenuta presso il Tribunale di Pescara dall’Avv. Luca Rotondo, di cui Vi invitiamo a leggere il breve commento :

…. con vivo piacere inoltro la ordinanza emessa ex art 702 bis c.p.c. in data 5\12\2017 dal Giudice dott. DI Fulvio del Tribunale di Pescara che ordina alla banca di restringere l’ipoteca iscritta sulla base di un decreto ingiuntivo, provvisoriamente esecutivo, ottenuto contro i nostri assistiti.

Il Tribunale di Pescara ha accertato che la banca ha iscritto ipoteca su tutto il patrimonio immobiliare degli ingiunti, stimato circa un milione di euro sulla base di una perizia di parte prodotta da questo difensore. Poiché il credito azionato dalla banca ammonta ad € 78.000 per sorte capitale, il Tribunale ha ritenuto che l’ipoteca iscritta fosse eccessiva essendo palese la sproporzione fra il credito garantito e il valore dell’intero complesso dei beni pignorati, pertanto ha disposto la restrizione dei beni ipotecati per eccesso di tutela ex artt. 2874 e 2875 c.c.

L’utilizzo della procedura di cui al procedimento sommario ex art. 702 bis c.p.c. ha reso possibile ottenere il provvedimento con la celebrazione di appena due udienze.

Inoltre è interessante inoltre sottolineare come il Tribunale di Pescara abbia accolto anche la richiesta di penale, ex art. 614 bis c.p.c. (cd. Astreinte), di condanna della banca al pagamento di una penale di € 250,00 per ogni giorno di ritardo nella esecuzione del provvedimento.”

Scarica il documento [PDF]

Scarica il documento [PDF]

26758076_831427716982598_1887216550115514267_o

Progetto Legalità 2018 – Ricordi di Mafia

By | Appuntamenti, Rassegna Stampa | No Comments

L’ASSOCIAZIONE BANG TORNA IL 19 GENNAIO 2018 ALLE ORE 21.00 CON UN NUOVO EVENTO DEL DAL TITOLO “RICORDI DI MAFIA”.

Ospite della serata PIETRO GRASSO
(Presidente del Senato della Repubblica – Già Procuratore Antimafia).

La serata si terrà presso il Cine-Teatro San Luigi in via De Giorgi 56 a Concorezzo (MB).
L’ingresso è gratuito fino a esaurimento posti ma sarà in diretta streaming sulla pagina Facebook Progetto Legalità Brianza.

Un incontro di educazione alla legalità, per spiegare tutti i segreti di una delle organizzazioni criminali più potenti e sanguinose del mondo: Cosa Nostra.

sdl-centrostudiLe vicende e i misteri di decenni di storia della mafia raccontati  da un narratore d’eccezione, il Procuratore Nazionale Antimafia Pietro Grasso.

Per scoprire dall’interno i rituali di affiliazione, i ritratti, le regole, la vita quotidiana, i meccanismi di governo, i delitti, le connivenze di Cosa Nostra, il futuro e le nuove capitali dell’impero malavitoso.

Per scoprire quale è stata, come si è sviluppata e rafforzata nel tempo, la risposta dello Stato, raccontando le storie dei tanti uomini che hanno sfidato la mafia, in particolare di quelli che per combatterla hanno perso la vita.

A vent’anni di distanza abbiamo chiesto al Procuratore di raccontare nuovamente ai più giovani il fenomeno mafioso. “la questione non è se lo voglio fare – ci ha risposto Pietro Grasso – è che io lo devo fare!”.

Un incontro che partendo da storie di mafia ce ne racconterà anche gli aspetti socio-antropologici e ‘evoluzione.

Ricordi di Mafia scava dentro il sistema mafioso e ne una restituisce una radiografia fatta di nomi, regole, storie, rete di complicità, intrecci, misteri, ambiguità.

Pietro Grasso veste i panni del relatore e del testimone, dell’esperto e del protagonista dei fatti. Durante l’incontro si alternano sempre storia, attualità, ricordi personali, aneddoti.

La serata è organizzata da Associazione BANG in collaborazione con Associazione MINERVA e Zampadiverse.

 

sentenza favorevole varese

Sentenza Favorevole: annullamento di cartelle esattoriali Equitalia pari a € 18.040,14

By | Leggi e Sentenze, Sentenze | No Comments

Ci pregiamo allegare sentenza emessa dalla Commissione Tributaria Provinciale di Varese, con la quale è stato ACCOLTO integralmente il ricorso proposto avverso Equitalia e ANNULLATO le cartelle esattoriali impugnate e relativi estratti di ruolo, per un importo pari ad euro 18.040,14,

Di seguito il relativo commento:

ANNULLAMENTO DI ESTRATTI DI RUOLO E RELATIVE CARTELLE DI PAGAMENTO PER IL COMPLESSIVO IMPORTO DI EURO 18.040,14

Trattasi di interessante sentenza emessa dalla Commissione Tributaria Provinciale di Varese in data 25.10.2017 e pubblicata in data 21.11.2017, nella quale, tra l’altro, vengono definite in modo netto alcune questioni relative all’onere probatorio.

La Commissione ha accolto integralmente il ricorso e annullato gli atti impugnati.

La causa definita dalla Commissione aveva ad oggetto alcuni estratti di ruolo e relative cartelle di pagamento, dettagliatamente indicate nel ricorso, per le annualità 2004, 2007, 2008, 2009, per un carico complessivo di Euro 18.040,14.

Attraverso il ricorso si è eccepita, innanzitutto, l’omessa notifica delle cartelle di pagamento, atti presupposti a qualsiasi procedura di riscossione coattiva.

In materia, l’art. 25, comma 1, del Dpr. n. 602/1973, disciplinante le modalità di riscossione, prevede espressamente che l’Agente della Riscossione debba notificare la cartella di pagamento al debitore iscritto a ruolo.

La citata legge pone, dunque, in capo all’Agente della riscossione il preciso onere di notificare l’iscrizione a ruolo portata dalla cartella di pagamento.

E’ di tutta evidenza, quindi, che, in mancanza della notifica di un atto presupposto, l’azione amministrativa tesa alla riscossione dei contributi risulta viziata.

Ciò deriva dalla semplice circostanza che, essendo il procedimento di riscossione improntato al principio di “tipicità” degli atti, l’attuazione della pretesa deve avvenire seguendo le regole positivizzate dal legislatore.

Da tale vizio risulta inequivocabilmente la decadenza in cui è incorsa Equitalia Spa in relazione al potere di riscuotere i tributi oggetto del ricorso nonché la prescrizione delle somme iscritte a ruolo.

Stante la mancanza di notifica delle cartelle esattoriali, si è altresì contestata l’inesistenza, o comunque la nullità o l’annullabilità, delle relative iscrizioni a ruolo.

Tali principi sono stati fatti propri dalla Commissione adita, ritenendo preliminare ed assorbente tale motivo di ricorso.

Ha rilevato, infatti, la Commissione che il Concessionario non ha dimostrato che le notifiche siano state ritualmente effettuate.

Interessante quanto affermato dalla Commissione stessa in tema di notifica a mezzo PEC: “quanto alla notifica a mezzo PEC la Commissione ritiene che la copia elettronica non ha valore giuridico, poiché priva di attestato di conformità da Parte di Pubblico Ufficiale. Ad essere trasmesso al contribuente non è l’originale della cartella, ma solo una copia informatica priva di qualsiasi attestazione di conformità all’originale apposta da un Pubblico Ufficiale”.

Il Giudice adito ha poi ribadito la prescrizione quinquennale (e non decennale) dei crediti tributari, in assenza di sentenza passata in giudicato.

La Commissione ha quindi accolto il ricorso e annullato gli atti impugnati.

Scarica il documento [PDF]

Scarica il documento [PDF]

Convenzione SDL Centrostudi adifer

Convenzione con Adifer Venezia: al fianco di chi lavora nel Nordest

By | Convenzioni | No Comments

SDL Centrostudi stringe una convenzione con ADIFER NORDEST, associazione nata per la volontà di alcuni imprenditori e lavoratori di dare effettivamente rappresentanza e voce al tessuto economico e produttivo della zona metropolitana di Venezia che, per storia, tradizione e cultura, è per la maggior parte formato da micro, mini, piccole e medie imprese.

ADIFER ha una struttura verticale alla cui base vi sono le sedi Provinciali, coordinate dalle sedi Regionali che fanno capo alla Sede Nazionale di San Giovanni in Marignano, in provincia di Rimini.  L’associazione, inoltre, individua e propone nuove opportunità imprenditoriali e di orientamento degli interessi economici ora resi più solidi grazie alla collaborazione di SDL Centrostudi per la tutela degli interessi degli imprenditori associati e delle loro famiglie che abbiano rapporti con le banche da risanare o da controllare.

Convenzione SDL Centrostudi adifer

SENTENZA FAVOREVOLE - TRIBUNALE DI SIENA

Sentenza favorevole – Tribunale di Siena

By | Leggi e Sentenze, Sentenze | No Comments

È con viva soddisfazione che Vi alleghiamo la sentenza positiva ottenuta sul Tribunale di Siena dall’Avvocato Guglielmo Angioni, della quale Vi invitiamo a leggere con attenzione anche il breve commento esplicativo :

“…. sono lieto di inviarVi copia della sentenza ottenuta dal sottoscritto e dalla Collega Roberta D’Onofrio presso il Tribunale di Siena in una causa esperita contro Montepaschi, avente ad oggetto una domanda di rideterminazione del saldo di conto corrente.

Considero di particolare interesse la motivazione addotta dal Giudice, il quale – riportando testualmente brani dei nostri atti difensivi – rinosce la correttezza della formula SDL ritenendo nel contempo inapplicabile la formula della Banca d’Italia in quanto non conforme al dettato della L.  108/96.
Scarica il documento [PDF]

Scarica il documento [PDF]

 

Convenzioni

Convenzione con l’Associazione Anziani Sandro Pertini di Rozzano

By | Convenzioni | No Comments

Il 27 dicembre scorso SDL Centrostudi ha stipulato una convenzione con l’Associazione Anziani Sandro Pertini di Rozzano.

La convenzione mira stabilire un rapporto diretto e di fiducia nei confronti di persone che, in pensione o ancora in attività, abbiano rapporti con le banche da risanare o da controllare.

Non è la prima volta infatti che  persone anziane vengano prese di mira da funzionari bancari senza scrupoli vedendosi dimezzate le proprie risorse economiche. Uno degli ultimi casi è quello che segnalammo poche settimane fa il caso dell’ 85enne di Grosseto, che al momento dell’acquisto di obbligazioni subordinate di Banca Mps, gli era stato ceduto un titolo ad altissimo rischio.

Così come per i bond delle quattro banche (Marche, Etruria, Ferrara e Chieti)  è possibile verificare se la condotta tenuta dalla banca in sede di vendita sia stata corretta alla luce degli obblighi informativi e prudenziali previsti dal Testo unico di  intermediazione finanziaria e agire in giudizio nei confronti della Banca Mps per ottenere il ristoro dei danni.

Questa convenzione è una delle numerose  adottate da SDL Centrostudi nei confronti di associazioni con chiare finalità sociali e di aiuto finanziario per riportare la legalità nelle famiglie con un/una capofamiglia iscritta.

.

Il sito Web dell’Associazione:  www.centropertinirozzano.it

La Pagina Facebook dell’associazione Anziani Sandro Pertini

 

educazione finanziaria sdl centrostudi

Sdl Centrostudi: “Italia ha bisogno di maggiore educazione finanziaria”

By | Dicono di noi, Rassegna Stampa | No Comments

L’articolo su Il Torinese, quotidiano online di Informazione, Società e Cultura presenta SDL Centrostudiprima realtà aziendale nel nostro Paese a essere costituita da un pool di circa 700 tra avvocati e commercialisti esperti di diritto civile e penale bancario, societario, amministrativo, cooperativistico, finanziario e tributario.

Scarica il documento [PDF]

Scarica il documento [PDF]

 

Banche e tessuto produttivo vittime dello stesso male: la finanza e malainformazione

Banche e tessuto produttivo vittime dello stesso male: la finanza e la malainformazione

By | Dicono di noi, Rassegna Stampa | No Comments

Cos’è successo al sistema bancario italiano, attorno al quale vi è un’asimmetria informativa che va a discapito dei cittadini. Ne parliamo con l’avvocato Serafino di Loreto, fondatore di Sdl Centrostudi – L’articolo è stato pubblicato su L’Indro, testata di approfondimento quotidiano indipendente

 

Scarica il documento [PDF]

Scarica il documento [PDF]

ordinanza favorevole

Causa persa in 1° grado: appellata e rimessa in istruttoria per ricalcolo interessi a favore del cliente = CAUSA VINTA!   

By | Leggi e Sentenze, Ordinanze in materia bancaria | No Comments

Con l’allegata ordinanza la Corte di Appello di Trieste, dopo aver riservato la causa a sentenza, ha rimesso il giudizio sul ruolo al fine di espletare la ctu in aderenza alle eccezioni formulate in grado di appello relative, tra l’altro, a profili di nullità contrattuale (non sollevati in primo grado dal precedente procuratore) rilevabili d’ufficio.

Il ctu dovrà ricalcolare il tasso di interesse del contratto di leasing oggetto di causa, applicando il tasso sostitutivo del BOT ex art. 177 TUB con possibilità di recupero, atteso che trattasi di contratto chiuso, quantificata dal perito di parte in circa € 150.000,00.

Scarica il documento [PDF]

Scarica il documento [PDF]