Category Archives: Ordinanze in materia bancaria

trani

Tribunale di Trani – Provvedimento di rigetto della provvisoria esecuzione del decreto ingiuntivo

By | Leggi e Sentenze, Ordinanze in materia bancaria | No Comments

E’ con vivo piacere che Vi trasmettiamo un importante provvedimento ottenuto presso il Tribunale di Trani dall’Avv. Gennaro M. Dibenedetto.
Il Giudice, dopo un accurato esame dell’atto di opposizione a decreto ingiuntivo, ha sciolto la riserva ritenendo potenzialmente fondata l’opposizione, rigettando la richiesta di provvisoria esecuzione, del decreto ingiuntivo di €. 180.000,00 a fronte di una presunta esposizione del Cliente di circa €. 100.000,00 per mutuo ed oltre €. 80.000,00 per conto corrente, e rinviando per gli adempimenti ex art. 183 c.p.c.

Scarica il documento [PDF]

ordinanza tribunale perugia

Tribunale di Perugia – Provvedimento favorevole

By | Ordinanze in materia bancaria | No Comments

Siamo enormemente lieti di allegarVi l’importante ordinanza ottenuta presso il Tribunale di Perugia dall’Avv. Savina Caproni, di cui Vi invitiamo a leggere il breve commento :

“In allegato troverete una recente ordinanza emessa il 14 marzo 2018 dal Tribunale di Perugia, nell’ambito di un giudizio avente ad oggetto un’opposizione a decreto ingiuntivo, che accoglie l’istanza ex art. 649 c.p.c e sospende, quindi, la provvisoria esecutività del decreto ingiuntivo opposto a mezzo della sottoscritta. Il Giudice ha, in particolare, così motivato:
-premesso che la sospensione dell’esecutorietà provvisoriamente concessa nel procedimento monitorio presuppone l’insussistenza di ragioni di prova scritta o di pronta soluzione del giudizio di opposizione e che ben possono consistere oltre che alla fondatezza prima facie dei motivi di opposizione anche in ragioni prospettabili con riferimento alla sommaria ravvisabilità dei fatti costitutivi negativi ostativi al credito vantato; 
- rilevato che il rapporto di conto corrente oggetto di causa prevedeva la capitalizzazione asimmetrica degli interessi a debito e a credito ma che non appare espresamente convenuta la misura degli interessi praticati;
- ritenuto che sussitono, quindi, questioni attinenti alla legittimità del titolo delle annotazioni che hanno condotto al saldo debitore ingiunto e rilevata anche la mancata integrale produzione degli estratti conto;
- ritenuto pertanto che la provvisoria esecutività del decreto non possa essere concessa e che debba essere accolta per il debitore destinatario del decreto ingiuntivo già provvisoriamente esecutivo;

PQM
il Giudice accoglie l’istanza ex art. 649 c.p.c. e sospende la provvisoria esecutività del d.i. opposto nei confronti del debitore.
Lieta di averVi informato di tale traguardo,
porgo cordiali saluti.”

Scarica il documento [PDF]

Scarica il documento [PDF]

sospensione-vendita

Sospensione della vendita – Tribunale di Agrigento

By | Leggi e Sentenze, Ordinanze in materia bancaria | No Comments

Siamo lieti di allegare il provvedimento ottenuto presso il Tribunale di Agrigento dall’Avv. Leonardo Salato, di cui Vi lasciamo un breve commento:

“E’ con viva soddisfazione che trasmetto il provvedimento riservato reso dal Tribunale di Agrigento, con il quale viene sospesa la vendita del bene immobile pignorato già fissata per il giorno 24.03.2018.
Il suddetto provvedimento è stato reso nell’ambito del procedimento avente ad oggetto opposizione all’esecuzione ex art. 615, II comma, cpc. A fondamento dell’opposizione, proposta dallo scrivente procuratore per conto della società cliente, sono state poste due distinte perizie redatte da SDL.
Va sottolineata la motivazione posta a sostegno del provvedimento di sospensione della vendita ossia il richiamo da parte del giudice dell’esecuzione alla giurisprudenza di legittimità che: “è costante nel ritenere che attesa la nullità ab origine della clausola usuraria, il difetto originario del credito si risolve in un vizio genetico del titolo esecutivo inficiante ab initio l’intera procedura esecutiva, con effetto d travolgere i successivi interventi dei creditori seppur titolati (per tutte Cass. SS.UU. sentenza n. 6 del 07.01.2014).”

Procura Lagonegro

Provvedimento di sospensione termini – Procura della Repubblica di Lagonegro

By | Leggi e Sentenze, Ordinanze in materia bancaria, Sentenze | No Comments

Siamo enormemente lieti di allegare l’importante provvedimento di sospensione dei termini ex art. 20, co. 7 L. 44/1999 ottenuto presso la Procura della Repubblica di Lagonegro dall’Avvocato Antonio Innamorato, che ha permesso di sospendere una procedura esecutiva immobiliare di €. 275.000,00 al terzo tentativo di vendita.

Scarica il documento [PDF]

Scarica il documento [PDF]

ordinanza-esibizione-laquila

Ordinanza di esibizione – Tribunale di L’Aquila

By | Leggi e Sentenze, Ordinanze in materia bancaria | No Comments

Siamo lieti di allegare l’ordinanza ottenuta dall’Avv. Vincenzo De Lauretis presso il Tribunale di L’Aquila, la quale accoglie l’istanza di esibizione di documentazione superando tutte le eccezioni avanzate dalla difesa dell’istituto di credito. L’ordinanza ritiene l’ordine di esibizione sempre esperibile, anche in mancanza di richiesta ex art. 119 TUB precedente al procedimento giudiziale.

Scarica il documento 

Scarica il documento 

 

Ammissione CTU su mutuo - Tribunale di Castrovillari

Ammissione CTU su mutuo – Tribunale di Castrovillari

By | Leggi e Sentenze, Ordinanze in materia bancaria | No Comments

Siamo enormemente lieti di allegare il PDF dell’ordinanza ottenuta presso il Tribunale di Castrovillari dall’Avv. Umberto Filici, di cui Vi invitiamo a leggere il breve commento :

“Con viva soddisfazione Vi trasmetto recentissima Ordinanza di Ammissione CTU resa dal Tribunale di Castrovillari in tema di Mutuo. Il Giudice ordina al CTU di effettuare il calcolo del TAEG  “..tenuto conto di tutti gli oneri diretti ed indiretti con la sola e esclusione di imposte e tasse e dunque considerando in particolare gli interessi corrispettivi, gli interessi di mora, remunerazione del capitale, la penale di estinzione anticipata…”. Inoltre il Giudice ordina di verificare se il tenore letterale del contratto preveda che il tasso di mora sia stato pattuito in aggiunta oppure in sostituzione del tasso convenzionale ed in ipotesi di assenza di clausola contrattuale, che determini la sostituzione, se la sommatoria risulti contrattualmente pattuita. 

Siamo in presenza di un ottimo risultato che sposa le nostre tesi, sia con riguardo al TAEG che alla c.d. sommatoria/addizione ( tra interessi di mora e convenzionali) letteralmente pattuita nel contratto, e ci permette di insistere con grande ottimismo sulla strada tracciata.
sospensione-procedura-esecutiva

Sospensione della procedura esecutiva – Tribunale di Messina

By | Leggi e Sentenze, Ordinanze in materia bancaria | No Comments

Siamo lieti di allegare  il provvedimento ottenuto presso il Tribunale di Messina dall’avv. Salvatore Papa, di cui pubblichiamo  un breve commento:

“….. In allegato troverete provvedimento del Tribunale di Messina  che ha emesso ordinanza di sospensione ex art. 615 e 624 cpc  , inaudita altera parte , della procedura esecutiva di vendita dell’immobile.

La parte non aveva opposto nei termini il precetto su mutuo.

Il giudice ha inoltre revocato l’udienza fissata ex art. 569 cpc esonerando l’esperto stimatore dall’incarico , fissando una nuova udienza per la trattazione della proposta sospensione.”

Scarica il documento [PDF]

Scarica il documento [PDF]

ammissione-ctu-tribunale-vasto

Ammissione CTU – Tribunale di Vasto

By | Leggi e Sentenze, Ordinanze in materia bancaria | No Comments

Siamo enormemente lieti di allegare l’ordinanza ottenuta presso il Tribunale di Vasto dall’Avv. Domenico D’Amico, di cui Vi invitiamo a leggere il breve commento :

“… in allegato ordinanza di ammissione CTU dinanzi all’ostico Tribunale di Vasto, su mutuo.

Da notare come siano stati accolti praticamente per intero i quesiti suggeriti dal sottoscritto legale ed in particolare al punto c) la verifica se il tasso di mora si applichi o meno sull’intero importo delle rate scadute comprensiva degli interessi in esso conglobati.

Interessante in secondo luogo, che sia stato richiesto al CTU di calcolare il T.E.G. con l’inclusione degli interessi di mora.”
Scarica il documento [PDF]

Scarica il documento [PDF]

ordinanza-favorevole-pescara

Ordinanza favorevole – Tribunale di Pescara

By | Leggi e Sentenze, Ordinanze in materia bancaria | No Comments

Siamo enormemente lieti di allegare [PDF] l’importante ordinanza  ottenuta presso il Tribunale di Pescara dall’Avv. Luca Rotondo, di cui Vi invitiamo a leggere il breve commento :

…. con vivo piacere inoltro la ordinanza emessa ex art 702 bis c.p.c. in data 5\12\2017 dal Giudice dott. DI Fulvio del Tribunale di Pescara che ordina alla banca di restringere l’ipoteca iscritta sulla base di un decreto ingiuntivo, provvisoriamente esecutivo, ottenuto contro i nostri assistiti.

Il Tribunale di Pescara ha accertato che la banca ha iscritto ipoteca su tutto il patrimonio immobiliare degli ingiunti, stimato circa un milione di euro sulla base di una perizia di parte prodotta da questo difensore. Poiché il credito azionato dalla banca ammonta ad € 78.000 per sorte capitale, il Tribunale ha ritenuto che l’ipoteca iscritta fosse eccessiva essendo palese la sproporzione fra il credito garantito e il valore dell’intero complesso dei beni pignorati, pertanto ha disposto la restrizione dei beni ipotecati per eccesso di tutela ex artt. 2874 e 2875 c.c.

L’utilizzo della procedura di cui al procedimento sommario ex art. 702 bis c.p.c. ha reso possibile ottenere il provvedimento con la celebrazione di appena due udienze.

Inoltre è interessante inoltre sottolineare come il Tribunale di Pescara abbia accolto anche la richiesta di penale, ex art. 614 bis c.p.c. (cd. Astreinte), di condanna della banca al pagamento di una penale di € 250,00 per ogni giorno di ritardo nella esecuzione del provvedimento.”

Scarica il documento [PDF]

Scarica il documento [PDF]

ordinanza favorevole

Causa persa in 1° grado: appellata e rimessa in istruttoria per ricalcolo interessi a favore del cliente = CAUSA VINTA!   

By | Leggi e Sentenze, Ordinanze in materia bancaria | No Comments

Con l’allegata ordinanza la Corte di Appello di Trieste, dopo aver riservato la causa a sentenza, ha rimesso il giudizio sul ruolo al fine di espletare la ctu in aderenza alle eccezioni formulate in grado di appello relative, tra l’altro, a profili di nullità contrattuale (non sollevati in primo grado dal precedente procuratore) rilevabili d’ufficio.

Il ctu dovrà ricalcolare il tasso di interesse del contratto di leasing oggetto di causa, applicando il tasso sostitutivo del BOT ex art. 177 TUB con possibilità di recupero, atteso che trattasi di contratto chiuso, quantificata dal perito di parte in circa € 150.000,00.

Scarica il documento [PDF]

Scarica il documento [PDF]

ordinanza Brescia

Ordinanza della Corte d’Appello di Brescia

By | Leggi e Sentenze, Ordinanze in materia bancaria | No Comments

Siamo enormemente lieti di trasmetterVi l’ordinanza di cui all’allegato ottenuta presso la Corte d’Appello di Brescia dall’Avv. Marco Enrico Sgarbi, di cui Vi invitiamo a leggere il breve commento :

“Lieto di comunicare che, la Corte d’Appello di Brescia, a scioglimento della riserva assunta alla scorsa udienza del 25.10.us., con l’ordinanza che allego ha sospeso la provvisoria esecutorietà della sentenza impugnata emessa dal Tribunale di Mantova (G.I. Dott. Marco Benatti) con la quale gli odierni appellanti si sono visti rigettati, de plano, senza alcuna attività istruttoria, le domande proposte in primo grado e sono stati condannati alla rifusione delle spese di lite oltre che al pagamento di una somma di denaro liquidata a titolo di responsabilità aggravata e/o per lite temeraria ex art. 96, co. III c.p.c..

 

La Corte, secondo una delibazione sommaria, tipica dello stato degli atti, ha ritenuto che i motivi di appello non appaiono ”ictu oculi” infondati ma, al contrario, siano suscettibili di opportuno e necessario approfondimento con particolare riguardo alla liquidazione della condanna ex art. 96, co. III c.p.c.

La causa è stata rinviata all’udienza del 30 ottobre 2019 ad ore di rito per la precisazione delle conclusioni.

Scarica il documento [PDF]

 

Scarica il documento [PDF]