ctu-ricalcolo

Tribunale di Pavia – ammissione CTU

By | Leggi e Sentenze, Ordinanze in materia bancaria | No Comments

Vi rimettiamo in allegato provvedimento ottenuto presso il tribunale di Pavia dall’avvocato Michele Anglani di cui vi lasciamo breve nota:

“… per la raccolta di giurisprudenza favorevole alle nostre tesi, Vi inoltro copia dell’ordinanza 27.4.2016 del Trib. Pavia, che ammette la CTU contabile su un contratto di conto corrente stipulato in data anteriore al 9.2.2000, affetto da anatocismo trimestrale illegittimo, commissioni di massimo scoperto indeterminate, tassi debitori ultra legali nulli per rinvio agli usi comunemente praticati sulla piazza.”

Scarica il Documento

disposizione_ctu

Tribunale di Lodi – ammissione CTU

By | Leggi e Sentenze, Ordinanze in materia bancaria | No Comments

Vi rimettiamo in allegato provvedimento ottenuto presso il tribunale di Lodi dall’avvocato Donatella Loda di cui vi lasciamo breve nota:

“… in allegato alla presente trasmetto l’ordinanza con la quale il Giudice del Tribunale di Lodi ha accolto l’istanza ex art. 210 c.p.c., ordinando alla banca la produzione del contratto di apertura del conto corrente ed ha concesso  la consulenza tecnica d’ufficio, sia sul conto corrente che sul mutuo ipotecario.”

Scarica il Documento

ctu-ammissione.ricalcolo

Tribunale di Asti – ammissione CTU

By | Leggi e Sentenze, Ordinanze in materia bancaria | No Comments

Vi rimettiamo in allegato provvedimento ottenuto presso il tribunale di Asti dall’avvocato Michele Anglani di cui vi lasciamo breve nota:

“… è con piacere che Vi trasmetto in allegato copia dell’ordinanza del Tribunale di Asti, che ammette la richiesta CTU contabile, formulando i relativi quesiti, su un contratto di conto corrente, che al tempo dell’azione di accertamento negativo registrava un saldo negativo oltre i 100.000,000 euro, ma pesantemente affetto da tassi usurari, commissioni di massimo scoperto indeterminate e non validamente pattuite e anatocismo illecito. Oltre a questo rapporto vi sono anche due finanziamenti ipotecari, il primo di € 1.200.000,00 ed il secondo di € 450.000,00, in relazione ai quali i rispettivi tassi di interesse di mora sono usurari ab origine, entrambi in sofferenza  e in relazione ai quali la banca ha chiesto il rientro immediato per capitale di interessi.
Il giudizio è stato radicato nel 2015 con atto di citazione notificato alla banca per chiedere l’accertamento negativo dei crediti della medesima, nei confronti di un’impresa locale, alla quale l’istituto di credito aveva revocato immediatamente ogni affidamento con contestuale messa in mora. Le minacce ingiuste della banca di procedere al recupero forzoso del credito, hanno reso necessaria un’azione repentina di bank stop, essenzialmente fondata sulle risultanze delle perizie tecniche di SDL su questi tre contratti bancari, prodotte in giudizio.”

Scarica il Documento

perizia sdl centrostudi biagio riccio

Tribunale di Pavia

By | Leggi e Sentenze, Ordinanze in materia bancaria | No Comments

Vi rimettiamo in allegato copia del verbale di udienza di una causa pendente presso il tribunale di Pavia e patrocinata dall’avvocato Michele Anglani di cui vi lasciamo breve nota:

“…. in allegato trasmetto copia del verbale di udienza di una causa pavese avente ad oggetto un contratto di finanziamento ipotecario, in cui il Giudice rileva la difformità tra il TAEG contrattuale e il TAEG reale ed invita le parti a trovare un accordo conciliativo. In precedenza il Giudice non aveva accolto la richiesta di CTU e aveva rinviato la causa per la discussione orale ex art. 281sexies c.p.c., benché l’attore avesse dimostrato documentalmente tramite la perizia SDL la divergenza tra i due parametri ora detti e la difformità tra i tassi di interesse pattuiti e quelli concretamente applicati. Successivamente con le memorie conclusive si era chiesta la remissione della causa in istruttoria, rimarcando proprio le anomalie del contratto, che risultavano provate per tabulas. Questo provvedimento lascia presagire, in caso di mancata conciliazione tra le parti, una possibile remissione della causa in istruttoria per l’espletamento della CTU contabile sul finanziamento, a favore del cliente.”

Scarica il Documento