Siamo aperti al dialogo con i nostri stakeholder attraverso l’Ufficio Stampa di SDL Centrostudi SPA e gli strumenti di comunicazione creati, che descrivono il nostro operato con particolare riferimento allo sviluppo delle attività che ruotano attorno a SDL Centrostudi SpA.

rassegna stampa

Sul Bond Bper un rischio “medio” per durata e Npl

By | Images, Rassegna Stampa | No Comments

La vita residua del titolo (soltanto 2 anni) e i crediti deteriorati (NPL) che pesano sulla Bper (che versa comunque in buone condizioni) sono i principali elementi che danno al bond subordinato Bper acquistato dal lettore di “Plus24″ un grado di rischio medio. Vediamo il perché. L’obbligazione subordinata Lower Tier II emesso da Bper nel dicembre 2012 e con scadenza nel dicembre 2018, corrisponde semestralmente cedole di importo fisso del 4,75% su base annua e prevede un piano di ammortamento in 5 rate (tre già rimborsate, le ultime due saranno erogate il 31 dicembre 2017 e alla scadenza il 31 dicembre 2018) per la restituzione del capitale.

Plus24

4 Feb 2017

pag. 11

img calabo_03

Juve, l’indagine sui biglietti. Ecco le verità e gli scenari. Parla il Presidente Piero Calabrò

By | Novità, Rassegna Stampa | No Comments

Calabrò: «La Procura della Repubblica scagiona la Juve, ora la Figc…»

Piero Calabrò, dopo 36 anni di magistratura, è ora presidente di SDL Centrostudi, giovane società che sfida gli illeciti bancari nei confronti dei correntisti italiani, nonché presidente della Commissione Grandi Rischi della Figc. Da uomo di legge e da tifoso juventino è piuttosto arrabbiato per la confusione mediatica che si è creata intorno al coinvolgimento della società bianconera nell’inchiesta sulla malavita organizzata a Torino. E lo spiega sulle pagine di uno dei giornali più seguiti dal pubblico di appassionati sportivi in Italia: Tuttosport .  

Potete leggere l’articolo sul link di Tuttosport (leggi).

Oppure ingrandendo laPiero Calabrò Tuttosport  pagina allegata 

 

mi-manda-raitre-prima-puntata-6-settembre-2016-sottile-2-1

Comunicato ufficiale in merito al programma “Mi Manda Rai 3″

By | Novità, Rassegna Stampa | No Comments
AGGIORNAMENTO DELLE ORE 21 DEL 20 GENNAIO 2017
.
“Diamo atto alla redazione di Mi Manda Rai3 di aver tempestivamente rimosso, come richiesto con nostra diffida, i contenuti diffamatori pubblicati sulla propria pagina Facebook a seguito dell’invio della diffida dell’avvocato Giovanni Lauro che, unitamente ai documenti comprovanti la inattendibilità dei soggetti che hanno partecipato alla diretta, ha evidenziato gli intenti diffamatori dei Ns. detrattori “seriali” che verranno in ogni caso denunciati nelle opportune sedi.” 
 .
 .
“A seguito della trasmissione andata in onda in data 18.01.17 su rai tre nel corso del programma “Mi manda rai tre” riteniamo opportuno evidenziare l’infondatezza e la falsità delle accuse mosse nei confronti della società e dei propri collaboratori.
Preliminarmente ci corre l’obbligo di ribadire che SDL Centrostudi Spa ha stipulato, in favore dei propri clienti e come contrattualmente stabilito, polizze assicurative di Tutela Legale con primarie società, che hanno piena validità ed efficacia e che operano con serietà in adempimento degli obblighi contrattuali.

SDL Centrostudi smaschera in diretta un ex dirigente licenziato perché radiato dall’albo

 

Qui sotto il particolare del documento di radiazione dalla Consob di Gianmario Bertollo (l’uomo incappucciato in RAI) vero motivo dell’allontanamento da SDL (radiato dall’albo per appropriazione indebita).

Gianmario Bertollo

 

Tanto premesso, demandando alle opportune sedi la valutazione di profili di responsabilità civile e penale degli autori del programma – che non hanno verificato preventivamente la attendibilità delle proprie fonti- e dei soggetti che hanno dichiarato circostanze false e gravemente lesive dell’immagine commerciale di SDL al solo – ma ancora una volta vano – scopo di eliminare dal mercato una società “concorrente” che, ad oggi, ha recuperato, per conto dei cittadini, oltre 180 milioni di euro contro le banche (nei confronti delle quali NESSUNO di questi soggetti ha mai mosso un solo dito), Vi invitiamo a leggere il contenuto della diffida inoltrata alla R.A.I. ed alla redazione della trasmissione “Mi manda Rai Tre” al fine di ripristinare la verità rassicurando tutti Voi che, nonostante questo ennesimo attacco, non abbandoneremo mai i cittadini che vorranno rivolgersi a Noi nè tantomeno i Ns. clienti ed ex clienti con i quali, come sempre fatto, siamo disponibili ad avere ogni necessario confronto.”