Tribunale di Brescia – Ordinanza del 03/06/2014

Commento ad Ordinanza del Tribunale di Brescia del 03.06.2014

Nomina di CTU contabile su mutui

Il Tribunale di Brescia, all’udienza del 03.06.2014 in accoglimento della domanda avanzata da un assistito SDL, ha nominato CTU al fine di effettuare consulenza contabile per accertare la pattuizione di interessi usurari su due mutui chiusi (usura “ab origine”) e l’applicazione di interessi usurari per un mutuo in essere.

La rilevanza del provvedimento risiede nel fatto che trattasi della prima nomina di consulenza tecnica di questo tipo e si rivela propedeutica, ferma la discrezionalità del provvedimento finale, al “dialogo” sulle note tematiche del calcolo del TAEG su condizioni contrattuali di mutuo.

Infatti, la domanda è fondata sull’interpretazione ex sentenza 350/2013 di Cassazione (I. 24/2001) che viene fatta redarre da SDL sulla necessità di considerare anche il tasso di mora (anche se non applicato) perché rientrante tra le voci di costo del prestito.

Come noto, la 1.24 del 2001 recita che, ai fini della applicazione dell’art. 644 c.p. e dell’articolo 1815 c.c.s.c.,

Si intendono usurari gli interessi che superano il limite stabilito dalla legge nel momento in cui essi sono promessi o comunque convenuti, a qualunque titolo, indipendentemente dal momento del loro pagamento.

Causa rinviata a Luglio 2014 per il giuramento CTU e la formulazione dei quesiti.

Segue ordinanza

Causa seguita dall’avv. Meloni e dall’avv. Pagano

Scarica il Documento

http://www.sdlcentrostudi.it/wp-content/uploads/2014/06/Caricata-il-16.06.14-Ordinanza-del-Tribunale-di-Brescia-del-3.pdf