Ordinanza su rapporto di c/c in causa di accertamento

Con un’ordinanza innovativa il Tribunale di Viterbo dispone CTU contabile e ordina ad una banca di depositare tutti gli estratti relativi ad un vecchio rapporto di conto corrente del 1981.
In assenza di deposito (dovuto a difficoltà etc.) si dovrà partire con saldo zero al decennio dalla domanda, quale limite prescrizionale.
In ipotesi, azzerando il saldo al decennio, tutte le somme corrisposte nei dieci anni dal correntista a titolo di interessi dovranno essere restituite perchè non dovute.
Trattasi di rapporti di conto corrente, dove viene lamentato anatocismo e tassi su condizioni non contrattualizzate.
L’ordinanza del tribunale prova che la tutela del correntista è possibile.
Altri tribunali avevano sposato tale ipotesi, ma soltanto in caso di opposizione a decreto ingiuntivo, nel quale l’onere della prova era della banca avendo chiesto un’ingiunzione.
Diversamente nel caso di specie è la prima volta che tale tesi viene applicata ad una causa di richiesta di rimborso da parte del correntista.
Il correntista è seguito dall’avv. Massimo Meloni del foro di Viterbo.
Scarica il Documento

http://www.sdlcentrostudi.it/wp-content/uploads/2015/03/Ordinanza_28_03_2013.pdf