SDL Centrostudi è arrivata in anticipo anche sul Sole 24Ore

Richiamiamo un articolo uscito a pag. 14 dell’inserto “Plus24” del “Il Sole24Ore” di sabato 9 agosto 2014 che dà ampio risalto alla notizia dell’emissione del provvedimento di Parma che SDL Centrostudi Spa ha avuto la premura di pubblicare nei giorni scorsi manifestando grande soddisfazione nel comunicare l’avvenuta pubblicazione sul portale De Jure (della Casa Editrice Giuffrè: una delle più importanti qualificate e rinomate nel campo del diritto per la dottrina e la giurisprudenza) sia dell’Ordinanza del Tribunale di Padova, in tema di rilevamento dell’interesse di mora ai fini del calcolo del TEG, che, appunto, del provvedimento del Giudice Fallimentare del Tribunale di Parmail quale ha conferito diritto di cittadinanza alla tesi dell’ammissibilità della sommatoria tra l’interesse corrispettivo e l’interesse di mora, quanto all’applicazione concreta della legge n. 24 del 2001, di interpretazione autentica dell’art. 644 c.p.

In proposito De Jure ha altresì edito un commento del nostro avvocato Biagio Riccio.

Come vedete anche il Sole24Ore si trova nella posizione di non poter ignorare ciò che si sta presentando come una rivoluzione delle tesi nomofilattiche della Giurisprudenza: nella fattispecie si segnala che Il Tribunale di Parma “vira”, come vedete, verso le tesi sostenute dagli specialisti (professori, avvocati, cultori della materia) di SDL, la cui battaglia contro la pratica degli istituti bancari che applicano tassi ultralegali sta dando i suoi frutti con sempre maggiore chiarezza, quantità, efficacia e  condivisione da parte della Magistratura.