Sentenza di accoglimento relativa a rapporti bancari

sentenza favorevole

Ci pregiamo di allegare alla presente sentenza emessa dal Tribunale di Verona in data 18.09.2017 relativa a rapporti bancari di conto corrente con la quale è stato condannato l’Istituto di Credito a versare al Cliente la somma di euro 5.117,02 oltre alle spese di CTU, ottenuta dall’Avv. Andrea Ziletti, del quale Vi invitiamo a leggere con attenzione anche il breve commento esplicativo:

“SENTENZA DI ACCOGLIMENTO PARZIALE DELLE DOMANDE ATTORE E IN MATERIA BANCARIA

Trattasi di sentenza emessa dal Tribunale di Verona in data 18.09.2017 e pubblicata in data 25.09.2017, relativa a due rapporti bancari di conto corrente.

Il Tribunale ha accolto parzialmente le domande attoree e condannato la Banca convenuta al pagamento delle spese di lite oltre a quelle per la Consulenza Tecnica d’Ufficio.

In particolare il Giudice ha rilevato che le Commissioni di Massimo Scoperto (C.M.S.), come anche osservato dal nominato CTU, sono previste solo nel documento di sintesi allegato al contratto di conto corrente, documento che, tra l’altro, non risulta sottoscritto dal correntista.

Sennonché, nel documento di sintesi è riportata esclusivamente la percentuale di applicazione per utilizzi entro ed oltre fido, e non anche il criterio per il calcolo della stessa, il che non soddisfa il requisito della necessaria determinatezza della relativa pattuizione.

Il Giudice ha, pertanto, escluso che la c.m.s. sia stata validamente pattuita con conseguente necessità di stornare gli importi addebiti a tale titolo.

Il CTU ha quindi determinato una differenza a favore del correntista di euro 5.329,18, procedendo pertanto a rideterminare il saldo di conto corrente nella somma di euro 5.117,02 a credito di parte attrice.

Il Tribunale, quindi, in accoglimento parziale delle domande attoree, ha condannato l’Istituto di Credito al versamento a parte attrice della predetta somma oltre interessi al tasso legale dalla domanda giudiziale.

In virtù della sua soccombenza, la Banca è stata altresì condannata al versamento delle spese di lite nonché al pagamento delle spese di CTU.”

 

Scarica il documento [PDF]

Scarica il documento [PDF]