SENTENZA FAVOREVOLE – TRIBUNALE DI PALMI (RC)

Tribunale di Palmi

SENTENZA FAVOREVOLE – TRIBUNALE DI PALMI (RC)

E’ con viva soddisfazione che Vi inoltriamo la sentenza positiva ottenuta sul Tribunale di Palmi dall’Avvocato Michele Menonna, del quale Vi invitiamo a leggere con attenzione anche il breve commento esplicativo :

“..ho il piacere di comunicarVi che il Tribunale di Palmi (RC) ha emesso la sentenza n° 848/2018 con la quale ha accertato la fondatezza delle tesi giuridiche sottese alla citazione.

La vicenda prende le mosse da una pretesa avanzata dalla Banca per l’immediata copertura di asseriti debiti per oltre 23.000,00 euro. La sentenza ha invece accertato l’esistenza di un saldo a credito del Cliente per ben 35.133,27 euro.
In particolare, il Tribunale, nel recepire gli esiti della CTU contabile (con accertamento del superamento del tasso-soglia e dell’illegittima applicazione di spese e csm), ha confermato le tesi svolte nella comparsa conclusionale anche circa la necessità dell’applicazione del <> nel caso in cui, come nel caso di specie, la documentazione in atti (rectius: estratti conto prodotti) sia incompleta a causa del contegno omissivo della Banca che non ottemperi non solo alla richiesta ex art. 119 TUB, ma addirittura all’ordine di esibizione ex art. 210 cpc. Molto significativa in tal senso la riflessione svolta dal Giudice circa la connessione tra il disposto di cui all’art. 119 TUB e gli obblighi di correttezza e buona fede (di cui agli artt. 1175 e 1375 c.c.).
In virtù della sentenza de qua, è di tutta evidenza che la differenza tra quanto preteso dall’Istituto di Credito e quanto invece dovuto al Correntista (e dunque il <> del nostro Cliente) ammonta a quasi 50.000 euro.”

Scarica il documento [PDF]