Sentenza Favorevole – Tribunale di Torino

sentenza-favorevole

È con viva soddisfazione che Vi inoltriamo la sentenza positiva ottenuta sul Tribunale di Torino dall’Avv. Riccardo Guarino, di cui Vi invitiamo a leggere con attenzione anche il breve commento:

“La causa in oggetto è stata incardinata dinanzi al Tribunale di Torino – Giudice dott.ssa Orlando – e rubricata al n. R.G. 15669/2014.

In corso di causa, all’esito del deposito delle memorie ex art. 183 c.p.c. il giudice, ritenendo la causa matura per la decisione, ha respinto le istanze istruttorie volte alla richiesta di esibizione di tutta la documentazione bancaria, in quanto formulata solo in corso di causa, e alla nomina del CTU, in quanto ritenuta meramente esplorativa.

Ha quindi assegnato alle parti i termini ex art. 190 c.p.c. (volti al deposito delle comparse conclusionali e delle memorie di replica) e trattenuto la causa in decisione.

Lo studio legale Guarino ha predisposto gli ultimi atti di causa evidenziando l’assoluta necessità di rimettere la causa sul ruolo e, quindi, di ordinare alla Banca l’esibizione della documentazione bancaria per poi provvedere alla nomina del CTU al fine di eseguire le operazioni necessarie e dal contenuto tutt’altro che esplorativo.

Sulla scorta di quanto argomentato all’interno delle memorie, il giudice ha, quindi, rimesso la causa sul ruolo e ordinato alla banca l’esibizione dei contratti bancari, e disposto la nomina del consulente tecnico d’Ufficio, dott. Alberto Milanesi.

All’esito della CTU, la quale ha confermato la fondatezza delle domande attoree, il giudice ha trattenuto la causa a sentenza.

E’ stata emessa la sentenza, registrata al cron. 3881/2017, con la quale il giudice dott.ssa Orlando ha accolto le domande attoree, condannando la banca Intesa SanPaolo S.p.A. a pagare all’attrice Casa della Gomma di Martinelli Augusto la somma di € 14.572,16 oltre agli interessi legali dal 21.5.2014 al saldo;

compensato tra le parti le spese processuali nella misura del 50% e condannato la convenuta a rifondere all’attrice la restante quota del 50%, quota che liquida in € 4.409,55 -di cui € 3.627 per compensi, € 238,5 per esposti, € 544,05 per rimborso forfettario spese- oltre CPA e IVA se dovuta;

posto definitivamente le spese della C.T.U., liquidate con separato provvedimento, a carico dell’attrice nella misura di 1/3 e carico della convenuta nella misura dei 2/3.”

 

Scarica il documento