art.119 TUB Archivi | SDL Centrostudi

ordine di consegna 119 TUB

Tribunale di Siracusa – decreto ingiuntivo 119 tub

By | Leggi e Sentenze, Ordinanze in materia bancaria | No Comments

Siamo lieti di attenzionarVI il provvedimento ottenuto  presso il tribunale di Siracusa dall’Avvocato Giuseppe Carianni  di cui di seguito vi lasciamo Sua breve nota: 

“Vi comunico interessante provvedimento reso dal Tribunale di Siracusa in merito alla richiesta ex art. 119 TUB non evasa nei termini di legge dalla Banca adita.
il decreto ingiuntivo emesso dal magistrato è perentorio e meritevole di considerazione,  perché  provvisoriamente esecutivo, nonché per la puntuale distinzione tra documenti sottoposti al limite  temporale dei 10 anni e i contratti bancari (sempre dovuti, per il principe di buona fede e correttezza contrattuale).”

Scarica il Documento

ordine di consegna 119 TUB

Tribunale di Pavia – Decreto Ingiuntivo per Consegna del Piano di Ammortamento

By | Leggi e Sentenze, Sentenze | No Comments

Vi trasmetto in allegato un decreto ingiuntivo del Tribunale di Pavia, che ho ottenuto in questi giorni nell’interesse di un comune cliente.
Il provvedimento ora detto è provvisoriamente esecutivo ed ingiunge alla Banca l’immediata consegna del piano di ammortamento aggiornato all’ultimo pagamento, in relazione ad un mutuo fondiario a tasso variabile, già oggetto di analisi peritale SDL, che ne ha medio tempore evidenziato le criticità.
Nella fattispecie la Banca aveva manifestato una condotta contraddittoria e contraria ai principi della buona fede.
Infatti, dapprima la filiale aveva comunicato al cliente che il documento non era più disponibile e in un secondo tempo lo aveva invitato a ritirare il medesimo, che però al momento del ritiro è stato nuovamente negato al mutuatario.
Il provvedimento qui allegato ribadisce la natura di diritto soggettivo assoluto, garantito dall’art. 119 T.U.B. al contraente bancario, di ricevere copia di tutti i documenti concernenti il rapporto in essere con l’Istituto di Credito.

Avv. Michele Anglani

Scarica il Documento

ordine di consegna 119 TUB

Tribunale di Roma – Ordine di Esibizione alla Banca ex art. 119 TUB

By | Leggi e Sentenze, Ordinanze in materia bancaria | No Comments

Pubblichiamo ordinanza ottenuta presso il Tribunale di Roma con cui il giudice, rilevata la formale richiesta ex art. 119 Tub formulata dal difensore prima della proposizione del giudizio, ha ordinato alla Banca convenuta di produrre tutta la documentazione richiesta, riservando, all’esito di detta produzione, la decisione sull’ammissone di CTU contabile.

Avv. Giuseppe de Simone

Scarica il Documento

ordine di consegna 119 TUB

Tribunale di Taranto – Ordine di Esibizione della Documentazione Contabile

By | Leggi e Sentenze, Ordinanze in materia bancaria | No Comments

Si pubblica recentissimo provvedimento ottenuto dall’avv. Monica Mandico presso il Tribunale di Taranto, con cui il Giudice – rilevando che la richiesta di documenti ex art. 119 TUB fosse stata dal correntista inviata prima dell’instaurazione del giudizio in corso – ha evidenziato il comportamento ingiustificato della banca nel non aver ottemperato all’obbligo in questione ed ha ordinato alla stessa di depositare la documentazione contabile relativa al contratto di conto corrente, ai contratti di apertura di credito e agli estratti conto inerenti il decennio antecedente la comunicazione ex art. 119 TUB.

Scarica il Documento

ordine di consegna 119 TUB

Tribunale di Milano – Ordine di Esibizione e Condanna alle Spese

By | Leggi e Sentenze, Ordinanze in materia bancaria | No Comments

Segnaliamo un decreto ingiuntivo di accoglimento ottenuto dall’avv. Giuseppe Bonavolontà dello studio legale Riccio reso dal Tribunale di Milano, quanto al dovere della banca di porre a disposizione del correntista tutti gli estratti conto, non ottenuti da quest’ultimo, nonostante che abbia notificato lettera ex art. 119 TUB. L’istituto di credito convenuto, perché in malafede, è stato condannato anche alle spese di lite.

Scarica il Documento

ordine di consegna 119 TUB

Tribunale di Milano – Ordine di Esibizione alla Banca ex art. 119 TUB

By | Leggi e Sentenze, Ordinanze in materia bancaria | No Comments

Pubblichiamo significativa ordinanza del Tribunale di Milano ottenuta dall’avv. Giuseppe de Simone in collaborazione con SDL Centrostudi Spa, con cui il Giudice ha imposto alla banca la produzione del contratto scritto disciplinante le condizioni economiche del rapporto di conto corrente, la documentazione comprovante la comunicazione di eventuali variazioni contrattuali, nonché tutti gli estratti analitici del conto corrente dalla sua apertura in avanti.
Meritevole di attenzione risulta, altresì, quanto stabilito dal Giudicante in relazione all’istanza cautelare svolta dalla parte attrice in merito alla segnalazione a sofferenza del correntista, con l’ordine di documentare se detta segnalazione risulti legittimamente operata e riporti, quindi, il codice riferito a “credito contestato”.

Scarica il Documento

ordine di consegna 119 TUB

Tribunale di Roma – Ordine di Esibizione ex art. 119 TUB a carico della Banca

By | Leggi e Sentenze, Ordinanze in materia bancaria | No Comments

Pubblichiamo ordinanza ottenuta dall’avv. Giuseppe de Simone presso il Tribunale di Roma con cui il Giudice ha onerato la Banca di produrre tutti i documenti richiesti dal difensore di parte attrice nella missiva ex art. 119 TUB ed, in particolare, “tutti gli estratti conto sin dalla costituzione del rapporto”, riservando, all’esito, la decisione sulla nomina di CTU contabile.

Scarica il Documento

ordine di consegna 119 TUB

Tribunale di Roma – Decreto Ingiuntivo per Consegna Documentazione

By | Leggi e Sentenze, Ordinanze in materia bancaria | No Comments

Si pubblica decreto ingiuntivo per consegna di cosa mobile (nel caso di specie, la documentazione già sollecitata alla banca ex art. 119 TUB) ottenuto dall’avv. Giuseppe De Simone presso il Tribunale di Roma.
In particolare, il giudice incaricato ritiene ammissibile l’ingiunzione de qua con esclusivo riferimento all’attuazione delle obbligazioni di dare (e non di fare).

Scarica il Documento

ordine di consegna 119 TUB

Tribunale di Castrovillari – Decreto Ingiuntivo di Consegna Documentazione ex art. 119 TUB

By | Leggi e Sentenze, Ordinanze in materia bancaria | No Comments

Il caso in esame consiste in un ricorso per decreto ingiuntivo di consegna di documentazione ex art. 119 TUB, con richiesta di provvisoria esecuzione ed esenzione dai termini ex art. 482 c.p.c.
La particolarità del caso consiste nel fatto che il Giudice adito riteneva applicabile il dettato dell’art. 119 comma 4 TUB anche alla fase monitoria.
In buona sostanza, il Giudice pretendeva che – anche in presenza dell’emanazione del decreto ingiuntivo di consegna – i “costi” per il rilascio dei documenti fossero comunque a carico del cliente/ricorrente/creditore del decreto ingiuntivo.
In conseguenza del predetto convincimento del Giudice, lo stesso invitava il cliente della banca ad integrare il ricorso per decreto ingiuntivo, chiedendo l’accollo dei costi di produzione della documentazione.

A seguito della predetta richiesta, con delle note integrative è stato specificato al Giudice che:
• Il quarto comma dell’art 119 T.U.B. si applica solo nella fase “ordinaria” (o, stragiudiziale) di richiesta di rilascio copie all’Istituto di Credito;
• Una volta decorso il termine dei 90 giorni per il rilascio delle copie senza che la Banca abbia evaso la richiesta, il cliente può rivolgersi alla Magistratura per ottenere un decreto ingiuntivo per consegna di documenti ex art 119 TUB – In questa fase, il cliente della banca assume/acquisisce la qualifica di “creditore” e la banca quella di “debitore”;
• La particolarità del decreto ingiuntivo “ordinario” è quella che il debitore si deve far carico delle spese vive per l’avvio della procedura monitoria, delle competenze legali e, soprattutto, deve onorare la sua obbligazione a sue esclusive spese;
• Anche nel ricorso per decreto ingiuntivo per consegna di documentazione ex art.119 TUB si applicano le norme generali del procedimento monitorio, pertanto si ha un creditore (sarebbe il cliente della banca a cui non sono state rilasciate le copie dei documenti richiesti nel termine della fase stragiudiziale), si ha un debitore (l’istituto di credito che non ha rilasciato le copie della documentazione richiesta) ed il debitore deve farsi carico di evadere l’obbligazione ingiunta a sue esclusive spese con l’aggravio del pagamento delle spese della procedura e delle competenze legali.

In via subordinata ed al solo fine di salvaguardare le spese vive anticipate dal cliente per l’introduzione del procedimento monitorio, ci si era resi altresì “disponibili” a corrispondere all’istituto di credito le spese per i costi di produzione della documentazione chiedendo al Giudice di quantificarli in una somma “simbolica” per sottrarli alla determinazione discrezionale della banca.
Concludendo, subito dopo il deposito della descritta nota integrativa, il Giudice ha rigettato la richiesta di provvisoria esecuzione del decreto e l’esenzione dai termini di cui all’art. 482 c.p.c., ma ha emesso il decreto ingiuntivo senza alcun addebito di costi, per la produzione delle copie, in capo al cliente/creditore.

Avv. Umberto Filici

Scarica il Documento

Tribunale di Roma – Decreto Ingiuntivo per Consegna Documentazione ex art. 119 TUB

By | Leggi e Sentenze, Ordinanze in materia bancaria | No Comments

SDL non si ferma di fronte al diniego di fornire la documentazione bancaria sempre più spesso opposto dalla banca al cliente al solo fine di evitare la redazione delle preanalisi e delle consequenziali perizie che si appalesano come lo strumento principe per attaccare gli istituti di credito.
E’ noto che l’art. 119 T.U.B. comma 4 prevede che: “…il cliente, colui che gli succede a qualunque titolo e colui che subentra nell’amministrazione dei suoi beni hanno diritto ad ottenere, a proprie spese, entro un congruo termine e comunque non oltre novanta giorni, copia della documentazione inerente a singole operazioni poste in essere negli ultimi 10 anni”.
Si tratta questa di una disposizione che costituisce una specificazione del generale principio di buona fede, che presiede tutte le fasi del contratto, dalle trattative (art. 1337 c.c.) alla sua esecuzione (art. 1375 c.c.), compresa la stessa interpretazione (art. 1336 c.c.). Pertanto, il diritto alla consegna degli estratti conto affonda le sue radici nel canone della buona fede, correttezza e solidarietà, declinandosi in prestazioni che impongono a ciascuna parte l’adozione di comportamenti che siano idonei a preservare gli interessi dell’altra parte, senza un apprezzabile sacrificio a suo carico. Ne consegue che, a prescindere dal dettato normativo dell’art. 119 TUB, questo principio di reciproco affidamento e protezione, impone alla banca di conservare gli estratti conto sebbene essa li abbia già, a suo tempo, inviati al cliente, il quale può richiederne copia.
Inoltre è doveroso sottolineare che il diritto del cliente alla consegna di documenti sussiste anche in caso di scioglimento, per qualsiasi causa, del vincolo contrattuale, nel senso che il diritto alla consegna degli estratti conto non è subordinato alla permanente vigenza del contratto: lo scioglimento del vincolo non determina l’immediata estinzione di tutti i rapporti obbligatori tra i contraenti, dovendo ritenersi operanti tutti i reciproci doveri di buona fede, tra i quali rientra anche quello di conservare le scritture contabili.
Da ultimo, un generale referente normativo del diritto di ottenere copia degli estratti del conto corrente bancario è rappresentato dall’art. 7, D. lgs. 30 giugno 2003, n. 196, che attribuisce all’interessato, nel caso specifico al correntista, il diritto ad ottenere la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che lo riguardano e la loro comunicazione in forma intelligente.
Ciò nonostante le banche hanno – spesso da ultimo – opposto un rigoroso rifiuto alla produzione della documentazione bancaria a volte immotivato a volte condizionandolo al pagamento di centinaia di euro.
Ora finalmente giustizia è fatta.
A fronte del diniego, è possibile esperire ricorso per decreto ingiuntivo con clausola di provvisoria esecuzione e condanna della banca al pagamento delle spese e degli onorari di giudizio, così come dimostrato dal decreto ingiuntivo del Tribunale di Roma ottenuto dall’avv. prof. Piero Lorusso. Le banche sono avvisate …

Avv. Prof. Piero Lorusso

Scarica il Documento