commissione tributaria Archivi | SDL Centrostudi

sentenza annullamento

Sentenza emessa dalla Commissione Tributaria Provinciale di Milano

By | Leggi e Sentenze, Sentenze | No Comments

ANNULLAMENTO DI SOLLECITO DI PAGAMENTO PER IL COMPLESSIVO IMPORTO DI EURO 135.290,03

 

Trattasi di interessante sentenza emessa dalla Commissione Tributaria Provinciale di Milano in data 23.11.2016 e pubblicata in data 02.01.2017, nella quale, tra l’altro, vengono definite in modo netto alcune questioni relative all’onere probatorio.

 

La Commissione ha accolto integralmente il ricorso e annullato l’atto impugnato.

 

La causa definita dalla Commissione aveva ad oggetto un sollecito di pagamento notificato da Equitalia in data 22.02.2016, sollecito emesso sul presupposto del mancato pagamento di tre cartelle, dettagliatamente indicate nel ricorso, per le annualità 2009, 2010 e 2011, per un carico complessivo di Euro 135.290,03.

 

Attraverso il ricorso si è eccepita, innanzitutto, l’omessa notifica delle cartelle di pagamento, atti presupposti a qualsiasi procedura di riscossione coattiva.

In materia, l’art. 25, comma 1, del Dpr. n. 602/1973, disciplinante le modalità di riscossione, prevede espressamente che l’Agente della Riscossione debba notificare la cartella di pagamento al debitore iscritto a ruolo.

La citata legge pone, dunque, in capo all’Agente della riscossione il preciso onere di notificare l’iscrizione a ruolo portata dalla cartella di pagamento.

E’ di tutta evidenza, quindi, che, in mancanza della notifica di un atto presupposto, l’azione amministrativa tesa alla riscossione dei contributi risulta viziata.

Ciò deriva dalla semplice circostanza che, essendo il procedimento di riscossione improntato al principio di “tipicità” degli atti, l’attuazione della pretesa deve avvenire seguendo le regole positivizzate dal legislatore.

Da tale vizio risulta inequivocabilmente la decadenza in cui è incorsa Equitalia Spa in relazione al potere di riscuotere i tributi oggetto del ricorso.

Stante la mancanza di notifica delle cartelle esattoriali, si è altresì contestata l’inesistenza, o comunque la nullità o l’annullabilità, delle relative iscrizioni a ruolo.

 

Tali principi sono stati fatti propri dalla Commissione, ritenendo preliminare ed assorbente tale motivo di ricorso.

Ha rilevato, infatti, la Commissione che nell’atto impugnato non è allegata alcuna prova della notificazione delle cartelle di pagamento, e degli estratti di ruolo, alla base del sollecito di pagamento.

Scrive il Giudice Tributario: “La mancata costituzione in giudizio di Equitalia s.p.a. e la conseguente mancata produzione di documentazione attestante l’effettiva notificazione di tali atti, impedisce di poter verificare se le cartelle di pagamento siano state ritualmente notificate alla ricorrente e se la stessa sia stata dunque posta in condizione di impugnare ciascuna cartella”.

La Commissione ha quindi accolto il ricorso e annullato l’atto impugnato.

Causa seguita dall’Avv. Andrea Ziletti.

Scarica il Documento

rigetto_fallimento

Commissione Tributaria provinciale di Bolzano – ordinanza di sospensione di ruoli esattoriali e delle relative cartelle di pagamento

By | Leggi e Sentenze, Ordinanze in materia bancaria | No Comments

Ordinanza emessa dalla Commissione Tributaria Provinciale di Bolzano in data 24.10.2016 in una causa contro Equitalia, avente ad oggetto estratti di ruolo relativi a IRPEF, IRAP e IVA nonché le relative cartelle esattoriali, per un importo richiesto complessivamente pari ad euro 11.798,34.

La Commissione ha sospesoin contraddittorio tra le parti in pubblica udienzagli atti impugnati sulla base delle contestazioni contenute nel ricorso che il Collegio ha ritenuto “gravi” e, quindi, meritevoli di essere accolte.

In particolare, si è eccepita l’omessa notifica delle cartelle di pagamento, atti presupposti a qualsiasi procedura di riscossione coattiva.

 

In materia, l’art. 25, comma 1, del Dpr. n. 602/1973, disciplinante le modalità di riscossione delle imposte, prevede espressamente che l’Agente della Riscossione debba notificare la cartella di pagamento al debitore iscritto a ruolo.

La citata legge pone, dunque, in capo all’Amministrazione finanziaria e all’Agente della riscossione il preciso onere di notificare l’iscrizione a ruolo portata dalla cartella di pagamento.

E’ di tutta evidenza, quindi, che, in mancanza della notifica di un atto presupposto, l’azione amministrativa tesa alla riscossione dei tributi risulta viziata.

Ciò deriva dalla semplice circostanza che, essendo il procedimento di riscossione improntato al principio di “tipicità” degli atti, l’attuazione della pretesa deve avvenire seguendo le regole positivizzate dal legislatore.

Da tale vizio risulta inequivocabilmente la decadenza in cui è incorsa Equitalia Spa in relazione al potere di riscuotere i tributi oggetto del ricorso.

Stante la mancanza di notifica delle cartelle esattoriali, si è altresì contestata l’inesistenza, o comunque la nullità o l’annullabilità, delle relative iscrizioni a ruolo.

Si è poi eccepita la decadenza in cui è incorsa Equitalia dal potere di notificazione di ulteriori atti, nonché la prescrizione di parte dei tributi pretesi.

Infine, si è dato atto dell’errato conteggio di interessi, aggi e sanzioni, contenuti nella cartelle impugnate, anche sulla base del calcolo periziato da SDL.

Inoltre, quanto al requisito del periculum in mora, si è rilevato che dall’esecuzione può derivare al ricorrente un danno grave e, soprattutto, irreparabile, in considerazione dell’ingente somma richiesta, che risulta evidentemente incompatibile con la capacità finanziaria del contribuente.

Causa seguita dall’avv. Andrea Ziletti

Scarica il Documento

rigetto_fallimento

Commissione Tributaria di Sondrio – Agente della Riscossione condannato al Rimborso delle Spese

By | Leggi e Sentenze, Ordinanze in materia bancaria | No Comments

Ordinanza emessa dalla Commissione Tributaria Provinciale di Sondrio in data 13.05.2016 in una causa avente ad oggetto numerose cartelle di pagamento.
Il Collegio, all’esito di apposita udienza, ha ordinato la sospensione dell’atto impugnato sulla base delle contestazioni contenute nel ricorso, tra le altre vale evidenziare la prescrizione dei crediti erariali relativi agli anni 2002, 2003, 2004 e 2005.
I Giudici hanno, altresì, disposto la fissazione dell’udienza di trattazione della controversia, condannando, circostanza da evidenziare, controparte a rimborsare le spese per la fase cautelare, liquidate in euro 1.000,00 oltre accessori.
La decisione in esame risulta, altresì, apprezzabile atteso che l’Agente della Riscossione ha iniziato azioni esecutive contro il contribuente e, quindi, ha effettuato un pignoramento mobiliare, pur essendo da tempo a conoscenza della fissazione dell’udienza di sospensione che si sarebbe tenuta la settimana successiva al pignoramento stesso.
Tale condotta, oltre che riprovevole, si palesa dolosa e contraria ai canoni di buona fede, posto che al contribuente deve essere garantito sia il diritto di difesa sia il diritto di non subire arbitrari pregiudizi economici senza l’intervento di un Giudice all’uopo stabilito.
La Commissione ha, quindi, ritenuto di condannare l’agente della riscossione per il suo comportamento evidentemente scorretto, al contempo tutelando il ricorrente sia sul piano economico sia sul piano giuridico.

Causa seguita dall’avv. Andrea Ziletti

Scarica il Documento

vittoria

Commissione Tributaria di Roma – Accolto Ricorso vs. Equitalia

By | Leggi e Sentenze, Sentenze | No Comments

E’ con vivo piacere che si rappresenta che la Commissione Tributaria di Roma ha accolto il ricorso proposto dal contribuente avverso le cartelle di pagamento ed il fermo amministrativo di Equitalia che pretendeva l’abnorme esborso di 300.000 euro per crediti contestati nella loro fondatezza sia nell’an sia nel quantum.
Si è riusciti ad ottenere siffatto risultato avallando il principio giurisprudenziale secondo cui La notifica del verbale di accertamento non è atto processuale, ma atto del procedimento amministrativo diretto all’irrogazione della sanzione, con la conseguenza che la nullità della sua notificazione è motivo di invalidità che si ripercuote sul procedimento stesso, provocando la nullità degli atti successivi ove tale vizio non sia sanato mediante nuova notificazione (che non può essere disposta dal giudice, trattandosi non di un mero atto del processo, ma di una attività amministrativa) entro i termini di legge” (Cass. Civ., Sez. I, 29.01.1999 n. 776).

Avv. Prof. Piero Lorusso

Scarica il Documento

sospensione rinvio

Commissione Tributaria di Ragusa – Accoglimento Istanza di Sospensione avverso Intimazione di Pagamento

By | Leggi e Sentenze, Ordinanze in materia bancaria | No Comments

Si procede alla pubblicazione di importante provvedimento ottenuto dall’avv. Marco Mistretta presso la Commissione Tributaria Provinciale di Ragusa, il quale ha accolto l’istanza di sospensione ivi depositata nel contesto di un ricorso avverso intimazioni di pagamento per un importo complessivo di € 409.000,00.

Scarica il Documento

sospensione rinvio

Commissione Tributaria di Ancona – Sospensione Esecuzione Atto Impugnato per € 435.548,96

By | Leggi e Sentenze, Ordinanze in materia bancaria | No Comments

In data 01.03.2016 la Commissione Tributaria Provinciale di Ancona ha sospeso l’efficacia delle iscrizioni a ruolo opposte riguardanti Irpef, Ires e Irap per varie annualità, il tutto per un importo complessivo pari ad € 435.548,96.
Nel caso in esame, la Commissione ha valutato pertanto come fondati gli elementi espressi nell’istanza cautelare.

Avv. Andrea Ziletti

Scarica il Documento

sblocco_vincita

Commissione Tributaria di Taranto – Sospensione Azione Esecutiva Opposta

By | Leggi e Sentenze, Ordinanze in materia bancaria | No Comments

Si pubblica significativo provvedimento ottenuto dall’avv. Francesco Lorusso presso la Commissione Tributaria Provinciale di Taranto, con il quale è stata concessa la sospensiva dell’azione esecutiva in danno del cliente, così accogliendo i vizi di merito e di legittimità sollevati in sede di opposizione.
Particolare di non poco è che oggetto della controversia è una posizione debitoria per oltre mezzo milione di euro.

Scarica il Documento

sospensione rinvio

Commissione Tributaria di Viterbo – Sospensione Cartella di Pagamento

By | Leggi e Sentenze, Ordinanze in materia bancaria | No Comments

Si pubblica accoglimento di un’istanza di sospensione ottenuto dall’avv. Francesco Lorusso presso la Commissione Tributaria di Viterbo, la quale ha così deciso una volta verificata la sussistenza dei requisiti di cui all’art. 47 D. lgs. 546/92, secondo cui: “Il ricorrente, se dall’atto impugnato può derivargli un danno grave ed irreparabile, può chiedere alla commissione provinciale competente la sospensione dell’esecuzione dell’atto stesso […]”.


Commissione Tributaria di Forlì – La Sostanza prevale sulla Forma in Materia di IVA

By | Leggi e Sentenze, Sentenze | No Comments

Facendo corretto governo dei principi dettati dalla Corte di Giustizia, la Commissione Tributaria ha precisato che una violazione formale che non determina alcun danno all’erario, non può essere trattata alla stregua di violazioni sostanziali di ben maggiore gravità.
Nel caso di specie, il contribuente aveva erroneamente compreso nella base imponibile l’IVA, accisa regolarmente assolta.
Detta irregolarità formale – ingiustamente sanzionata dall’ufficio con applicazione delle sanzioni previste per l’omesso versamento – andava per il giudice trattata e sanzionata quale mera irregolarità formale.
La pronuncia è magistrale e – nel solco già tracciato dai giudici dell’UE – apre un nuovo spiraglio a tutela del contribuente.

Avv. Giovanni Toffali

Scarica il Documento

commissione tributaria

Importante Sentenza della Commissione Tributaria di Reggio Emilia

By | Leggi e Sentenze, Sentenze | No Comments

La commissione accoglie il ricorso patrocinato dal collega Avv.to Giovanni Toffali di un cliente SDL.
La commissione cita ed elogia in particolar modo la perizia SDL redatta (su imput dell’Avv.to Toffali) della Blue Line Consulting che ha provato il calcolo (errato) effettuato dall’Agenzia delle Entrate.
Un altro cliente salvato!

Buona lettura

SDL Centrostudi SpA

Scarica il Documento