palmi Archivi | SDL Centrostudi

Tribunale di Palmi

SENTENZA FAVOREVOLE – TRIBUNALE DI PALMI (RC)

By | Leggi e Sentenze, Sentenze | No Comments

SENTENZA FAVOREVOLE – TRIBUNALE DI PALMI (RC)

E’ con viva soddisfazione che Vi inoltriamo la sentenza positiva ottenuta sul Tribunale di Palmi dall’Avvocato Michele Menonna, del quale Vi invitiamo a leggere con attenzione anche il breve commento esplicativo :

“..ho il piacere di comunicarVi che il Tribunale di Palmi (RC) ha emesso la sentenza n° 848/2018 con la quale ha accertato la fondatezza delle tesi giuridiche sottese alla citazione.

La vicenda prende le mosse da una pretesa avanzata dalla Banca per l’immediata copertura di asseriti debiti per oltre 23.000,00 euro. La sentenza ha invece accertato l’esistenza di un saldo a credito del Cliente per ben 35.133,27 euro.
In particolare, il Tribunale, nel recepire gli esiti della CTU contabile (con accertamento del superamento del tasso-soglia e dell’illegittima applicazione di spese e csm), ha confermato le tesi svolte nella comparsa conclusionale anche circa la necessità dell’applicazione del <> nel caso in cui, come nel caso di specie, la documentazione in atti (rectius: estratti conto prodotti) sia incompleta a causa del contegno omissivo della Banca che non ottemperi non solo alla richiesta ex art. 119 TUB, ma addirittura all’ordine di esibizione ex art. 210 cpc. Molto significativa in tal senso la riflessione svolta dal Giudice circa la connessione tra il disposto di cui all’art. 119 TUB e gli obblighi di correttezza e buona fede (di cui agli artt. 1175 e 1375 c.c.).
In virtù della sentenza de qua, è di tutta evidenza che la differenza tra quanto preteso dall’Istituto di Credito e quanto invece dovuto al Correntista (e dunque il <> del nostro Cliente) ammonta a quasi 50.000 euro.”

Scarica il documento [PDF]

quesito ctu

Tribunale di Palmi (RC) – Ammissione CTU su c/c

By | Leggi e Sentenze, Ordinanze in materia bancaria | No Comments

Di seguito l’ordinanza di ammissione CTU ottenuta presso il Tribunale di Palmi (RC) dall’Avv. Michele Menonna di cui di seguito Vi lasciamo Suo breve commento:

“Ho il piacere di comunicarVi che, a scioglimento della riserva assunta all’udienza dello scorso 21 aprile, il Tribunale di Palmi (RC) recependo in toto le nostre difese, ha emanato l’allegata ordinanza con la quale, di fatto <<superando>> le (pretestuose) eccezioni preliminari sollevate dal convenuto Istituto di Credito, ha ammesso CTU tecnico-contabile in riferimento ad un rapporto di c/c bancario analizzato da SDL.
Più specificamente, l’ordinanza appare di particolare interesse poiché innanzitutto ordina alla Banca convenuta di esibire tutta la documentazione in suo possesso, accogliendo la richiesta ex art. 210 c.p.c. da noi avanzata documentando “di aver richiesto la documentazione ivi indicata, ex art. 119 TUB  con raccomandata spedita all’Istituto di Credito, e da questo ritualmente ricevuta, prima dell’instaurazione del processo” (cfr. ordinanza).
Inoltre, il provvedimento, nel sottoporre i quesiti al designato CTU, offre dettagliate linee-guida per quanto riguarda la gran parte delle anomalie riscontrabili (per es. indeterminatezza, modifica unilaterale sfavorevole, anatocismo, cms, spese non pattuite, ecc.).
In particolare, per quanto riguarda il tasso usurario, il G.I., ai fini del calcolo del TEG, si riferisce opportunamente a qualsiasi commissione, remunerazione e spesa (includendo esplicitamente la cms) ed altrettanto manifestamente incarica il CTU, in caso di pattuizione di saggio usurario, di determinare il saldo escludendo “ogni forma di interesse, anche nell’ipotesi in cui l’usurarietà emerga nel corso del rapporto e sia conseguente alla variazione delle condizioni contrattuali operate dalla Banca ai sensi dell’art. 118 TUB”.

Scarica il Documento