Tribunale di Agrigento – Riunione Procedimenti ed Ammissione CTU

Consulente tecnico ufficio

Si pubblica interessante ordinanza emessa dal Tribunale di Agrigento.
Il provvedimento rileva per molteplici motivi.
In primis, il Giudicante ha disposto la riunione tra due procedimenti pendenti tra le stesse parti, di cui uno relativo all’opposizione al decreto ingiuntivo della banca (decreto ingiuntivo che tra l’altro è stato depositato in data antecedente alla notifica dell’atto di citazione della Società assistita da SDL) e l’altro relativo all’azione di ripetizione su identici rapporti bancari.
La riunione – disposta in accoglimento dell’istanza dell’avv. Carianni – si è rivelata strategica ai fini di un vantaggioso esito dell’azione complessiva contro la banca.
Infatti, il decreto ingiuntivo era stato depositato pochi giorni dopo la comunicazione (con telegramma) di revoca delle agevolazioni bancarie e chiusura dei conti e, soprattutto, nel corso della procedura di mediazione avviata dal cliente, sede in cui nulla era stato comunicato dall’istituto e dai suoi delegati!
In secundis, il Giudicante ha rimesso in termine l’avv. Carianni – come richiesto con apposita istanza fuori udienza e nonostante l’opposizione di controparte – per il deposito della seconda memoria ex art. 183 c.p.c. II termine, che non era stata depositata nei termini di legge esclusivamente per una mancanza del sistema nazionale PCT.
In conclusione, il Giudicante ha ammesso CTU e nominato il perito che giurerà alla prossima udienza fissata a Gennaio 2016.
L’ordinanza è meritevole di attenzione perché lineare, completa oltre che precisa nelle indicazioni al CTU: infatti, il magistrato chiede che venga accertata sui conti oggetto di causa l’usura, l’anatocismo e rimanda al CTU la verifica delle condizioni di cui agli artt. 117-118 TUB.

Avv. Giuseppe Carianni

Scarica il Documento