Tribunale di Milano – CTU riconosce i valori della perizia SDL

Con atto di citazione la società attrice citava in giudizio la Banca dinanzi al Tribunale di Milano, per accertare e dichiarare l’illegittima applicazione sul rapporto di conto corrente, aperto in data 28 gennaio 2000, e sul rapporto di conto anticipi, aperto in data 12 agosto 2004, di interessi anatocistici, interessi usurari, interessi ultralegali, commissione di massimo scoperto.

L’attrice allegava al proprio atto introduttivo due perizie econometriche elaborate dalla Blue Line Consulting, le quali evidenziavano:
– In riferimento al rapporto di c.c.: a) Usura oggettiva per l’importo di € 18.032,26; b) Commissione di massimo scoperto per l’importo di € 4.693,50;
– In riferimento al conto anticipi: a) Usura oggettiva per l’importo di €30.044,24; b) Usura soggettiva per l’importo di € 17.235,48; c) Commissione di massimo scoperto per l’importo di € 9.631,54.

La Banca si costituiva nei termini di legge, chiedendo il rigetto delle domande e istanze istruttorie proposte dall’attrice.

Il Giudice alla prima udienza concedeva i termini ex art. 183 c.p.c e si riservava sull’ammissione dei mezzi istruttori.

A scioglimento della riserva, il G.U. rilevava:
– Il corretto esercizio da parte dell’attrice del diritto sostanziale ad essa spettante ex art. 119 TUB, diretto a conseguire copia della documentazione relativa al contratto di conto corrente e al contratto di apertura di credito;
– La mancata contestazione e allegazione da parte della difesa della convenuta della ricezione della richiesta ex art. 119 TUB in atti;
– Legittima la richiesta istruttoria ex art. 210 c.p.c. avanzata dall’attrice per effetto dei principi desumibili dall’art. 115 c.p.c.

Il G.U. ordinava alla Banca l’esibizione di tutta la documentazione contrattuale e all’esito della disamina di tale documentazione ammetteva la sollecitata CTU contabile.

Nel corso delle operazione peritali il CTU – esaminato il quesito formulato dal giudice, esaminati gli elaborati peritali della Blue Line Consulting e la documentazione contrattuale – proponeva alle parti di definire in via stragiudiziale la causa col riconoscimento da parte della Banca in favore dell’attrice della somma di € 70.000,00.

Ancora una volta le teorie di SDL hanno travato riscontro positivo presso il Tribunale di Milano.

Causa seguita e commentata dall’avv. Letterio Stracuzzi

In allegato tentativo di conciliazione elaborato dal CTU incaricato

Scarica il Documento

http://www.sdlcentrostudi.it/wp-content/uploads/2015/03/Tribunale-di-Milano-18MAR1.pdf