Tribunale di Milano – Nomina CTU e Validità Perizie SDL

Si segnala un’ordinanza del Tribunale di Milano emessa con riferimento ad una causa pendente per l’accertamento dell’usurarietà di un contratto di mutuo.
Il provvedimento del Tribunale ammette la CTU contabile da noi richiesta, formulando già il quesito peritale, salvo precisazioni alla prossima udienza.
Si legga che – nonostante le nostre richieste ed argomentazioni in atti – il quesito non fa mai riferimento all’inclusione del tasso di mora nel calcolo del teg, chiedendo invece al CTU di determinare il (solo) tasso corrispettivo effettivo globale pattuito, tenuto conto di spese ed oneri (in particolare, nel caso di specie vi è un’assicurazione sulla vita piuttosto consistente).
Ciò che mi pare rilevante, tuttavia, è il fatto che al punto 3) del quesito il Giudice chiede al CTU di verificare la correttezza della nostra “tabella previsionale degli interessi di mora”, tenendo conto dei tassi pattuiti in contratto, ritenendo quindi il documento meritevole di attenzione: l’apertura, che potrebbe sembrare di poco conto, mi pare in realtà interessante, considerato che la causa ha ad oggetto un mutuo c.d. in bonis e che il Tribunale di Milano è notoriamente molto rigido su questa materia.

Avv. Lucrezia De Martino

Di seguito il provvedimento

Scarica il Documento

http://www.sdlcentrostudi.it/wp-content/uploads/2015/05/Tribunale-di-Milano3-25MAG.pdf