Tribunale di Milano – Stralcio di CTU: Saldo da Negativo a Positivo

Tribunale di Milano – CTU su rapporto di conto corrente – Saldo da negativo a positivo

Si pubblica stralcio di CTU resa presso il Tribunale di Milano in una causa SDL seguita dall’avv. Meloni.
Nel 2013 un’azienda della provincia di Milano si rivolge a SDL e lamenta che l’istituto di credito con il quale intrattiene rapporti ai fini dell’estinzione di un conto corrente consiglia di “accendere” un mutuo da € 500.000,00 (circostanza che si verifica).
A seguito di problemi dovuti alla crisi, il mutuo non viene pagato e segue esecuzione sul bene concesso in garanzia.
Successivamente, si ha citazione in giudizio tanto per il conto corrente quanto per il mutuo; la banca si costituisce regolarmente e si giunge alla nomina di CTU.
I profili defensionali sono molteplici e complessi e gli esiti sono i seguenti.
Per quanto concerne il conto corrente, passato a sofferenza nel 2012 per un tot. di € 316.877,26, il cliente diviene creditore per € 238.665,00 ed i motivi che hanno consentito il rovesciamento delle posizioni sono i consueti: vizi contrattuali, usura (pattuita e cd. sopravvenuta) nonché tassi ultralegali.
Per quanto concerne il mutuo, l’opposizione è già stata depositata e la banca ha già proposto accordo.
In particolare, si dovrà applicare il Tasso Effettivo di Mora non reputando il CTU che il tasso di mora pattuito sia superiore alla soglia (e ciò sarà oggetto di osservazioni in sede di CTU).
Infatti, quando il tasso pattuito è inferiore alla soglia, le banche fanno riferimento alla pattuizione quale momento di verifica; mentre, quando il tasso applicato è inferiore, il momento della verifica è quello dell’effettiva dazione.
Ciò conferma l’andamento ondivago della condotta tenuta dall’istituto bancario.

Causa seguita dall’avv. Massimo Meloni

Segue stralcio CTU

Scarica il Documento

http://www.sdlcentrostudi.it/wp-content/uploads/2015/06/Tribunale-di-Milano2-11GIU.pdf