Tribunale di Napoli – Rimessione sul ruolo istruttorio

Tribunale di Napoli

Straordinaria ordinanza di rimessione sul ruolo istruttorio e contestuale ammissione della necessaria consulenza tecnica d’ufficio in tema di anatocismo, a seguito della riforma dell’art. 120 TUB.

Con ordinanza del 01/02/2017, il Tribunale di Napoli, Giudice dott.ssa Luigia Stravino, R.G. 7243/11, ha rimesso sul ruolo istruttorio, al fine di disporre la ineludibile consulenza tecnica d’ufficio, un giudizio avente ad oggetto l’accertamento dell’applicazione, da parte dell’istituto di credito, di interessi usurari ed anatocistici su un conto corrente ordinario ed un conto anticipi ad esso collegato.

All’udienza di ammissione dei mezzi istruttori, difatti, il Giudice, con un laconico ed immotivato provvedimento, riteneva di non passare per gli incombenti istruttori rinviando direttamente per la precisazione delle conclusioni.

A tale ultima udienza, tuttavia, con note allegate a verbale recanti istanza di revoca dell’ordinanza di non ammissione della richiesta consulenza tecnica d’ufficio, il Giudice, avvedutamente, si riservava e, a scioglimento di quest’ultima, rendeva ordinanza de qua che si connota per la sua straordinarietà, sia perché in essa il Giudice sposa in toto le nostre argomentazioni dottrinali e giurisprudenziali, sia perché resa in un foro come quello partenopeo, poco incline a provvedimenti di tale portata e punto di riferimento nazionale anche in materia bancaria.

Venendo all’aspetto squisitamente giuridico dell’ordinanza de qua, si fa rilevare che la disposta consulenza tecnica d’ufficio, prima negata per la mancata allegazione dei decreti ministeriali di cui al rilevamento del tasso-soglia usura, avrà ad oggetto esclusivamente l’accertamento dell’effetto anatocistico trattandosi di rapporto bancario sorto nel lontano 1990 e, dunque, prima della nota delibera CICR del 2000.

La mentovata ordinanza reca anche i quesiti da assegnare al nominato CTU il quale, nel proprio elaborato, dovrà tener conto della doppia riforma dell’art. 120 TUB, ossia quella del 2014 e del 2016, predisponendo i relativi ed alternativi conteggi.                                                                                           

 

Per studio legale avv. Biagio Riccio
avv. Antonio Fusco

 

Ordinanza del Tribunale di Napoli