Tribunale di Palmi (RC) – Ammissione CTU su c/c

quesito ctu

Di seguito l’ordinanza di ammissione CTU ottenuta presso il Tribunale di Palmi (RC) dall’Avv. Michele Menonna di cui di seguito Vi lasciamo Suo breve commento:

“Ho il piacere di comunicarVi che, a scioglimento della riserva assunta all’udienza dello scorso 21 aprile, il Tribunale di Palmi (RC) recependo in toto le nostre difese, ha emanato l’allegata ordinanza con la quale, di fatto <<superando>> le (pretestuose) eccezioni preliminari sollevate dal convenuto Istituto di Credito, ha ammesso CTU tecnico-contabile in riferimento ad un rapporto di c/c bancario analizzato da SDL.
Più specificamente, l’ordinanza appare di particolare interesse poiché innanzitutto ordina alla Banca convenuta di esibire tutta la documentazione in suo possesso, accogliendo la richiesta ex art. 210 c.p.c. da noi avanzata documentando “di aver richiesto la documentazione ivi indicata, ex art. 119 TUB  con raccomandata spedita all’Istituto di Credito, e da questo ritualmente ricevuta, prima dell’instaurazione del processo” (cfr. ordinanza).
Inoltre, il provvedimento, nel sottoporre i quesiti al designato CTU, offre dettagliate linee-guida per quanto riguarda la gran parte delle anomalie riscontrabili (per es. indeterminatezza, modifica unilaterale sfavorevole, anatocismo, cms, spese non pattuite, ecc.).
In particolare, per quanto riguarda il tasso usurario, il G.I., ai fini del calcolo del TEG, si riferisce opportunamente a qualsiasi commissione, remunerazione e spesa (includendo esplicitamente la cms) ed altrettanto manifestamente incarica il CTU, in caso di pattuizione di saggio usurario, di determinare il saldo escludendo “ogni forma di interesse, anche nell’ipotesi in cui l’usurarietà emerga nel corso del rapporto e sia conseguente alla variazione delle condizioni contrattuali operate dalla Banca ai sensi dell’art. 118 TUB”.

Scarica il Documento