Tribunale di Parma – Ordinanza del 17.02.2015

Tribunale di Parma – Ordinanza 17.02.2015

  • Nomina di CTU per verifica dei tassi applicati su mutui chiusi e conti correnti estinti
  • Clausola di salvaguardia – Verifica

Trattasi di tre mutui estinti ed uno in mora, nonché due conti correnti estinti.

Il cliente chiede la verifica dei tassi contrattuali dei mutui a mezzo perizia SDL Centrostudi SpA, che contesta in quanto usurari, contestualmente all’analisi dei rapporti di conto corrente, anch’essi potenzialmente viziati.

La fattispecie è sintomatica, perché la verifica dei tassi contrattuali è propedeutica alla compensazione tra quanto pagato in eccesso, a titolo di gratuità ex art.1815 c.c. s.c., e le maggiori somme eventualmente ancora dovute alla banca.

Altro profilo  interessante è che tutti i mutui dell’Istituto di credito interessato dal provvedimento contengono  nella clausola relativa alla mora,  l’indicazione che la stessa sarà pari al tasso soglia ex l. 108/1996 diminuito dello 0,05%.

La mora, recitano i contratti,  va applicata su ogni e qualsiasi somma eventualmente dovuta in caso di ritardo.

Pertanto sembrerebbe che si proceda al superamento della c.d. clausola di salvaguardia.

Infatti, appare evidente che un tasso di mora poco al di sotto della soglia, qualora effettivamente applicato, esuberi la soglia con violazione della legge antiusura.

Causa seguita ed istruita dall’avv. Massimo Meloni

Segue ordinanza

Scarica il Documento

http://www.sdlcentrostudi.it/wp-content/uploads/2015/02/Tribunale-di-Parma-Ordinanza-17.2.2015.pdf