Tribunale di Pavia – Ammissione CTU

ctu

Di seguito l’ordinanza di ammissione CTU ottenuta presso il Tribunale di Pavia dall’Avv. Michele Anglani di cui di seguito Vi lasciamo Suo breve commento:

“Vi trasmetto in allegato una recente ordinanza del Tribunale di Pavia, del 13.7.2016, che ammette la consulenza tecnica d’ufficio su un conto corrente  risalente al 1994 ed estinto nel 2005; formulando direttamente in quella sede una lunga serie di quesiti interessanti, per i medesimi principi giurisprudenziali, in essi richiamati, che sono contenuti nelle perizie tecniche di SDL.
In sintesi. Il conto corrente era intestato ad una piccola impresa artigiana e sin dalla sua apertura è sempre stato affidato. La Banca ha concesso al correntista un numero considerevole di affidamenti, per tutta la durata del rapporto, sotto forma di aperture di credito di fatto, la maggior parte delle quali non formalizzate per iscritto e per di più, senza un limite predeterminato all’utilizzo. La conseguenza è che il conto era costantemente in sofferenza ed il cliente sempre esposto nei confronti della Banca. I saldi periodici di chiusura conto registrano importi a debito del cliente progressivamente crescenti, su cui la Banca ha continuato ad addebitare spese ed oneri non pattuiti, appesantiti dalle commissioni di massimo scoperto e dall’anatocismo.
Il contratto originario di apertura del conto corrente, prodotto dalla Banca, è privo dell’indicazione del tasso di interesse intra-fido e di mora, prevede una capitalizzazione trimestrale degli interessi che è illegittima e la clausola sulla commissione di massimo scoperto è del tutto indeterminata, mentre la clausola sullo ius variandi è assente.
Infine il giudice, tra le altre istruzioni rivolte al CTU, ha disposto il ricalcolo del conto partendo dal saldo debitore risultante dal primo estratto conto disponibile del 1994, in mancanza degli estratti conto completi, prodotti dall’attore solo parzialmente per alcuni periodi ed assenti per alcuni anni, considerata “l’età” del rapporto e la non facile reperibilità di tutte le scritture contabili.”

Scarica il Documento