Tribunale di Pavia – Ordinanza del 07/10/2014

E’ con grande soddisfazione che vi diamo notizia di un’altra vittoria di SDL e delle tesi che la stessa sostiene da tempo, assunti che trovano sempre maggiore conforto da parte dei tribunali di tutta Italia.
Nel caso che oggi vi sottoponiamo e che è stato deciso dal Tribunale di Pavia con l’Ordinanza del 07/10/2014, la Banca aveva proceduto alla segnalazione in Centrale Rischi solo sulla base di un mero “ritardo” nel pagamento. La Banca, in questo modo, aveva determinato il pericolo di un pregiudizio grave ed irreparabile in capo al Cliente, poiché a quest’ultimo sarebbe stato negato l’accesso al credito.
Del resto, dall’estratto della centrale rischi depositato da parte ricorrente emerge che la società ricorrente ha crediti di cassa accordati da altri istituti non completamente utilizzati e pertanto la sua situazione finanziaria complessiva non risulta legittimare la segnalazione oggetto di questo procedimento. Men che meno sussistono nel caso di specie quei segnali (es. protesti, decreti ingiuntivi, pignoramenti) che dimostrino l’incapacità, non transitoria, della ricorrente di adempiere alle proprie obbligazioni.

Provvedimento ottenuto dall’Avv. Spada.

scarica il documento

http://www.sdlcentrostudi.it/wp-content/uploads/2014/11/Tribunale-di-Pavia-centrale.pdf