Tribunale di Roma – Rigetto Istanza d’Ingiunzione ex art. 186-ter c.p.c.

Tribunale di Roma – Causa su Conto Corrente – Rigetto Istanza d’Ingiunzione ex art. 186-ter c.p.c.

Il Tribunale di Roma con l’ordinanza de qua rigetta l’istanza d’ingiunzione di oltre € 2.000.000,00 avanzata da una banca capitolina.

Il cliente cita in giudizio la banca, cosicchè vengano rideterminati i rapporti di conto corrente.

Viene depositata idonea perizia per avvalorare, oltre che in diritto, gli esiti dell’errata applicazione di interessi.

La banca si costituisce e formula istanza d’ingiunzione.

Il Tribunale risponde con l’ordinanza che si produce, la quale riveste una notevole importanza – non tanto per il prestigioso tribunale che la origina – ma soprattutto perchè in taluni tribunali minori si sta assistendo alla prassi di dichiarare viziati da nullità gli atti di citazione nonchè di fissazione di udienza per discussione ex art. 281-sexies c.p.c.

L’ordinanza non necessita di ulteriori precisazioni tale è la sua limpidezza di pensiero.

Causa seguita dall’avv. Massimo Meloni

In allegato l’ordinanza in esame

Scarica il Documento

http://www.sdlcentrostudi.it/wp-content/uploads/2015/04/Tribunale-di-Roma-17APR.pdf