Tribunale di Varese – CTU Contabile su Conti Corrente favorevole al Cliente

ctu_1

Si pubblica una recentissima ordinanza del Tribunale di Varese ottenuta dall’avv. Monica Mandico dello Studio Legale Riccio. Il giudicante, ritenendo infondate le eccezioni sollevate dall’istituto di credito e, di contro, condividendo le risultanze emerse dalla perizia di parte, ha accolto la tesi sostenuta dal procuratore che, in ossequio, peraltro, ai principi sanciti dalla Suprema Corte S.U. con sentenza n. 24418/2010, ha fatto rilevare che il termine di prescrizione dell’azione di ripetizione decorre – qualora i versamenti effettuati dal correntista abbiano avuto la sola funzione di ripristinare la provvista – dalla data in cui è stato estinto il saldo di chiusura del conto in cui gli interessi non dovuti sono stati registrati.
Il Tribunale di Varese, dunque, sulla base delle domande del legale ha ammesso la CTU ed ha richiesto al consulente, tra l’altro, di verificare se il tasso di interesse concordato superasse il cd. tasso soglia; di espungere dal conteggio spese e commissioni di massimo scoperto e, sino al 30.6.2000, la capitalizzazione trimestrale degli interessi passivi; di calcolare questi ultimi al tasso legale e al tasso sostitutivo di cui all’art. 117 Tub.
Il Giusdicente, ha poi richiesto al consulente tecnico, di determinare, all’esito dei conteggi indicati, il saldo finale del conto alla data di chiusura e l’eventuale differenza rispetto al saldo evidenziato dalla Banca.

Avv. Monica Mandico
Studio Legale Riccio

Scarica il Documento