È uscito il libro scritto da Santoro e Riccio intitolato “Istituti di discredito ”, raccolta di riflessioni e commenti sul male del nostro nostro tempo: l’usura

A grande richiesta ed in virtù del forte riscontro ed interesse suscitato sui lettori, è stato pubblicato in versione “on line” completamente gratuita il libro scritto da Santoro e Riccio intitolato “Istituti di discredito”, una raccolta di riflessioni e commenti sul male del nostro tempo: l’usura. Il libellum, scritto a quattro mani dal dott. Angelo Santoro e dall’Avv. Riccio (oltre che dai numerosi lettori utenti che ne hanno steso pregiati commenti, ciò a testimoniare il contributo popolare e la partecipazione democratica all’argomento trattato) traccia un’analisi dettagliata sul fenomeno dell’usura. Il noto professionista partenopeo, coadiuvato dal Santoro, facendo una digressione filosofico morale sul peccato di cui si macchiano gli usurai, ne traccia un percorso logico – sistematico, fondando i suoi assunti sulle opinioni filosofico-morali dei maggiori esponenti della Scolastica, della Filosofia e della Letteratura classica e medievale: tutto ciò giustifica la sublimazione in diritto della fattispecie del reato di Usura e ne fa comprendere il disvalore penale.

Qual è il ruolo originario degli istituti di credito? Qual è il ruolo affidato loro dalla Costituzione italiana? E che cosa sono diventate oggi le banche? Ce lo spiega l’avvocato Riccio con la solita maestria e la capacità narrativa che lo contraddistingue.

Di seguito il link dal quale si può scaricare in versione completamente gratuita il libro:
http://www.lulu.com/shop/angelo-santoro-and-biagio-riccio/istituti-discredito/ebook/product-21883684.html