Verbale di Udienza – Riconoscimento Sommatoria Tassi Mutuo

La cliente agiva in giudizio dinanzi al Tribunale di Pavia nei confronti della banca per accertare l’applicazione d’interessi usurari sul contratto di mutuo secondo le risultanze della perizia contabile, che veniva depositata.
Parte attrice rilevava come dal tenore letterale del contratto di mutuo non appariva evidente che il tasso di mora fosse applicato sulle rate scadute in sostituzione del tasso convenzionale.
Di conseguenza, il contratto non escludeva un’applicazione congiunta dei due tassi sulle eventuali rate scadute.
D’altro canto, le rate del mutuo si compongono di una quota capitale e di una quota interessi.
In questa situazione, in assenza di una clausola del contratto di mutuo che preveda specificatamente l’applicazione del tasso di mora in sostituzione del tasso convenzionale sulle rate impagate, l’applicazione congiunta dei due tassi e la relativa sommatoria risulta contrattualmente pattuita.
All’udienza ex art. 184 c.p.c di ammissione dei mezzi di prova, il giudice riteneva la causa matura per la decisione rinviando a p.c. e, contestualmente, proponeva alle parti di chiudere la vertenza alle seguenti condizioni:
1) la Banca restituisce tutti gli interessi, compensativi e/o moratori fino ad oggi pagati
2) le parti concorderanno per iscritto che l’eventuale applicazione dell’interesse moratorio avverrà sulla quota capitale della rata scaduta e non sull’intera rata.

Causa seguita e commentata dall’avv. Letterio Stracuzzi

Segue Verbale
Scarica il Documento

http://www.sdlcentrostudi.it/wp-content/uploads/2015/01/File1.pdf